Covid Brasile, morti di giovani e intubazioni in aumento: colpa della variante?

Ancora uno record di infezioni in Brasile. Giovedì il ministero della Salute ha annunciato di aver registrato più di 100.000 nuovi casi di coronavirus in un solo giorno, sottolineando la crescita esponenziale di un’epidemia che si sta trasformando in una grave crisi politica per il presidente. Jair Bolsonaro. I brasiliani, alle prese con una formidabile variante, ora parlano della “marcia più triste” della loro vita.

Registro delle infezioni in Brasile

Il fascicolo è stato accompagnato da 2.777 altri decessi causati da Covid-19. Il giorno prima, il Brasile aveva varcato la soglia del 300.000 morti nel contesto della pandemia. Solo gli Stati Uniti d’America sono stati i più colpiti.

La maggior parte dei decessi sono dovuti agli anziani, anche se i giovani finiti in terapia intensiva sono aumentati nelle ultime settimane. La CNN, citando medici brasiliani, riferisce che la tendenza vede sempre più giovani si ammalano seriamente e morire.

Brasile, aumentano i decessi tra i giovani

Durante l’ultima ondata, il dottor Pedro Archer ha detto all’emittente che la maggior parte dei pazienti nell’unità di terapia intensiva sono ora persone sane di età compresa tra i 30 ei 50 anni. Negli ultimi tre mesi, secondo i dati del governo, le persone morte per Covid-19 di età compresa tra i 30 ei 59 anni rappresentano circa il 27% del totale, con un aumento del 7% rispetto ai dati di dicembre 2020.

L’aumento dei casi, rivelano gli studi, è coinciso con la diffusione della variante brasiliana.

Le recensioni di Bolsonaro

Il presidente Bolsonaro è sempre più sotto attacco, anche sul fronte interno. I suoi stessi alleati chiedono di sostituire il ministro degli Affari esteri, Ernesto Araujo, per la sua incapacità di ottenere dosi sufficienti del vaccino.

READ  "La malaria è trattata come un'influenza stagionale", ha chiesto 3 capi d'accusa per la morte del giornalista

Ma il presidente brasiliano è soprattutto criticato per la sua gestione del coronavirus, con il suo scetticismo su serrature, maschere e vaccini. La lotta del Brasile al coronavirus è stata minata anche dalla variante isolata per la prima volta nel Paese, più contagiosa e, forse, anche più mortale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *