Covid, focolaio di contagi a Mykonos: torna il coprifuoco nell’isola greca fino al 26 luglio. Niente musica nei bar, ristoranti e club

Chiodo Volo “preoccupante” dei casi di Covid-19a Mykonos, una delle mete turistiche più popolari in Grecia, ha attivato le contromisure del governo di Atene nel tentativo di contenere la situazione. UNA coprifuoco 5 ore notturne, con divieto di guida tra l’1 e le 6, oltre al divieto di squillo musica per bar, ristoranti e discoteche. I provvedimenti, come spiegato dal viceministro della Protezione Civile Nikos Hardalias, entrano in vigore immediatamente e dureranno fino al 26 luglio.

Lo stesso viceministro su 15 luglio aveva avvertito che io casi positivi sull’isola si quadruplicarono, superando I 300 in appena una settimana. Ora le restrizioni sono arrivate in una delle destinazioni globali del vita notturna. “Chiediamo agli abitanti, ai turisti e agli imprenditori della nostra bella isola per seguirci fedelmente le misure in modo che il virus possa diffondersi rapidamente controllo e Mykonos può tornare alla normalità “, ha affermato Hardalias.

Il viceministro ha insistito per seguire le regole per scoraggiare feste sotterranee, avvertendo che chi organizza feste private con più di 20 persone eludere le regole imposte per controllare l’aumento dei casi rischia sanzioni pecuniarie fino a 200mila euro. La situazione nelle isole greche non è generalmente calma. Contagi in rapida ascesa – secondo quanto comunicato da Hardalias – sono segnalate anche a Santorini, Paro, Ios e in alcuni paesi dell’isola di Gesso.

Una situazione che il governo greco sta cercando di gestire da alcuni giorni con l’introduzione del abbonamenti verdi obbligatorio accedere a quasi tutte le attività sociali, tranne bar e Ristoranti ma solo se ti siedi fuori. Dai concerti a discoteche – in cui non è possibile ballare – sarà obbligatorio presentare il certificato di vaccinazione o il certificato di a tampone negativo effettuata entro e non oltre 72 ore prima.

READ  A Parigi, tre agenti di polizia sono stati sospesi per aver picchiato violentemente un uomo che volevano arrestare

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come adesso non abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire informazioni di qualità. Per noi ilfattoquotidiano.it gli unici maestri sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo.
Diventa anche tu un sostenitore

Grazie,
Pierre Gomez


ilFattoquotidiano.it

Supporta ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Covid, positivo il ministro della Salute britannico Sajid Javid: “Ho sintomi lievi”

seguente


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *