Covid, otto ballerini italiani tra i 22 e i 25 anni isolati a Ibiza “senza alcun tipo di assistenza sanitaria”

Otto ballerini italiani, di età compresa tra 22 e 25 anni, sono stati messi in quarantena forzata nelle rispettive stanze in un hotel di Ibiza (Spagna) perché risultati positivi al Covid 19 con sintomi. Lo rende noto il Comitato Assistenza Domiciliare Covid-19, al quale si sono rivolti, il quale fa sapere di essere senza alcun tipo di assistenza sanitaria.

I giovani, assunti dalla compagnia italiana di danza e spettacolo “4 Fun” per l’animazione in un hotel dell’isola spagnola, hanno spiegato di aver effettuato tamponi rapidi senza l’intervento di alcun medico o autorità spagnola o italiana. .

*** Iscriviti alla newsletter speciale sul Coronavirus

“Sono stati ripresi dal nostro comitato, come è già successo per i cluster a Malta”, ha spiegato il presidente del comitato Erich Grimaldi, “con il supporto di tre medici, alcuni operatori sanitari e farmacisti”, un “Confronto con colleghi per trovare la droga”. Un rappresentante dell’hotel è in contatto con il Comitato per l’acquisto e la consegna dei farmaci. Nei giorni scorsi il Comitato ha già ricevuto ulteriori richieste di assistenza da Barcellona.
“Continua ad emergere l’incapacità della sanità locale, italiana e straniera, di far fronte in tempi brevi al sostegno dei malati di Covid – ha spiegato Grimaldi – è evidente come il serio lavoro scientifico dei nostri medici stia facendo una grande differenza nonostante il Ministro della Salute Speranza continui. di ignorarlo.” Così come “ha ignorato il voto del Senato dell’8 aprile”, ha aggiunto il presidente della commissione, “con il quale è stato espressamente richiesto che i nostri medici siano associati a un tavolo per lo sviluppo di un protocollo per le cure precoci a casa “.

READ  Da Parigi a Berlino: ecco come l'Europa si prepara a nuove serrate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *