Covid, Premier League rischia la sospensione per variante Omicron

La variante Omicron Il Covid mette Inghilterra e Regno Unito dietro l’angolo premier League. La situazione è sull’orlo del collasso, con casi di positività in continuo aumento: Lukaku, Werner, Chilwell e Hudson-Odoi (Chelsea), casi sospetti Van Dijk, Fabinho e Jones. Le partite del weekend sono state rinviate al 5: dopo Manchester United-Brighton, non si giocheranno neanche Southampton-Brentford, Watford-Crystal Palace, West Ham-Norwich ed Everton-Leicester.

Nelle ore successive, con la situazione del contagio fuori controllo, sono arrivate nuove segnalazioni: Southampton-Brentford, Watford-Crystal Palace, West Ham-Norwich ed Everton-Leicester. Anche, pure Leicester-Tottenham non si giocherà perché tra le Volpi ci sono stati nuovi casi di giocatori positivi, come tra gli Spurs di Conte, prima squadra ad esserne afflitta.

anche al Chelsea dopo il caso di Mateo kovacicImmediatamente isolati, sono emersi tre nuovi positivi (Lukaku, Werner e Hudson-Odoi, oltre all’infortunato Chilwell) e la partita di giovedì sera contro l’Everton è stata a forte rischio, anche perché la rosa di Tuchel nel pomeriggio della partita è stata sottoposta a un nuovo giro di francobolli.

anche per Brentford le cose non stanno migliorando. La partita di martedì del Manchester United è stata rinviata dopo essere stata costretta a chiudere il proprio centro di allenamento per casi positivi (13 in totale), così come la partita tra Burnley e Watford di mercoledì è saltata due ore prima dell’inizio del calcio dopo che gli Hornets hanno annunciato la positività nel gruppo della squadra .

Sia l’allenatore del Brentford Thomas Frank che il tecnico del Leicester Brendan Rodgers hanno chiesto l’intervento della Federcalcio, chiedendo il rinvio dell’intero turno di Premier League e dei quarti di finale di Coppa Carabao in programma infrasettimanale: “I giocatori, gli allenatori e i dirigenti vogliono tutti giocatore. Ma la priorità deve essere la salute di tutti – ha commentato Rodgers -. Con più giocatori disponibili, il prodotto è migliore. “

READ  PSG-Manchester City e Real Madrid-Chelsea

La risposta della Premier League: “Andiamo avanti”

“Prendiamo atto che molti club stanno affrontando una situazione problematica a causa dei contagi da Covid-19, ma l’intenzione della Lega è quella di continuare il programma attuale con partite giocate in sicurezza. La salute e il benessere di tutte le persone coinvolte rimane la nostra priorità”.

La situazione del Covid in Premier League:

Brentford
13 casi confermati di variante Omicron tra giocatori e staff.

Leicester
Diversi giocatori positivi, partita con Tottenham e Leicester rinviata.

Manchester United
Il numero esatto dei casi non è noto, ma dopo il rinvio della partita contro il Brentford, è stata rinviata anche la partita contro il Brighton di sabato.

Brighton
Focolaio all’interno del club con 3-4 giocatori risultati positivi.

Norwich
Dean Smith è in attesa di conoscere l’entità dell’impatto del Covid sulla squadra del suo gruppo. La partita contro il West Ham è in dubbio.

Watford
Non si conosce il numero dei casi positivi, ma la partita contro il Burnley è stata posticipata poche ore prima del fischio d’inizio.

Tottenham
La prima squadra colpita dalla variante Omicron, ha già dovuto saltare le partite contro Rennes, Brighton e Leicester con un numero a doppia cifra di casi tra giocatori e staff.

Chelsea
Lukaku, Werner, Chilwell e Hudson-Odoi si uniscono a Kovacic. Sospetto caso Havertz.

Liverpool
Tre i casi sospetti in casa dei Reds: Virgil van Dijk, Fabinho e Curtis Jones hanno saltato la partita contro il Newcastle e sono in isolamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *