“Da Pirlo si può solo imparare. La determinazione instancabile di CR7 è esemplare. Spero che i tifosi possano tornare presto allo stadio”.

Adrien Rabiot ha parlato di Billion Keys:

Come sono stati i tuoi primi passi all’estero, soprattutto alla Juventus?

“Quando sono arrivato, mi consideravo già un ragazzo maturo. Ho firmato lì quando avevo 24 anni, non è come se fossi arrivato subito dopo l’allenamento. È chiaro che firmando per un club straniero molto è cambiato. È un calcio diverso, un modo diverso di fare le cose, un linguaggio diverso. Si tratta di un cambiamento significativo a tutti i livelli. ”

Puoi descrivere il programma di una giornata tipo?

“Faccio colazione al centro di allenamento. L’appuntamento è sempre un’ora prima dell’inizio dell’allenamento che inizia alle 11:00. Tuttavia, alle 10:30 tutti sono in sala pesi. Stiamo facendo un po ‘di lavoro. Prevenzione e tutti lo fanno per soddisfare le tue esigenze. Alla Juventus questo è un aspetto molto importante. Al PSG potremmo stare negli spogliatoi senza fare questo lavoro prima di una seduta. Qui lavoriamo molto duramente tra due partite. Dopo ogni allenamento che dedichiamo molto tempo per il lavoro di recupero. È molto professionale a questo livello. La mentalità italiana non tollera alcuna distrazione in questa zona. Usiamo bagni freddi o caldi, ma anche la piscina. Poi pranziamo tutti insieme. Di solito , Lascio il centro di formazione verso le 14:30 “.

Come ti senti quando giochi in stadi vuoti?

“Fa schifo! Ha chiaramente un impatto sulle partite, sulle competizioni. Quando ci sono 40.000 o 50.000 spettatori, sai perché sei lì. Là, sembra di giocare partite di allenamento. La motivazione non è allo stesso livello di al solito perché no, non c’è la stessa scarica di adrenalina, dobbiamo giocare davanti ai nostri tifosi, ci siamo abituati e ne abbiamo bisogno, il pubblico può aiutare una squadra a superare se stessa in tempi che possono essere difficili. la squadra è sotto pressione o è mentalmente influenzata, i tifosi possono permetterti di raddoppiare i tuoi sforzi per ottenere un risultato positivo.Il tennista francese Benoît Paire a volte può esagerare il suo atteggiamento, ma capisco perfettamente la sua mancanza di motivazione in relazione a questa situazione senza precedenti . livello per praticare la nostra disciplina a porte chiuse. Dobbiamo affrontare questo problema con pazienza, sperando in un rapido ritorno dei tifosi negli stadi “.

READ  Morata sbaglia ma la Spagna è manita, prima la Svezia

Hai davvero guadagnato massa muscolare, qual è il segreto della tua ricetta?

“Rassicuro tutti, non prendo nessun prodotto illegale! È vero che regolarmente mi viene segnalato che ho guadagnato massa muscolare. È il frutto del metodo di lavoro della Juventus. Tuttavia, non lavoro specificamente nel palestra non più di quanto penso di essere più legato agli esercizi fatti sul campo durante la preseason e durante la stagione, oltre che ad uno stile di vita sano.

Dai più alti dei tuoi 26 anni, stai ancora imparando cose?

“Impariamo ogni giorno, e per tutta la nostra vita e da tutti. Firmando per la Juventus ho imparato un nuovo modo di lavorare. Con un allenatore come Andrea Pirlo si può solo imparare! Non può che aiutarmi a crescere. Ho anche conosciuto dei nuovi. persone con le proprie capacità, compagni di squadra con qualità diverse e variegate. È un apprendimento costante “.

Impossibile non menzionarlo quando si parla delle chiavi del successo … Il CR7 è così impressionante?

“La chiave del suo successo è lì: lavoro, lavoro e ancora lavoro. Sia nel calcio che in altri campi. Penso in particolare a Elon Musk, il titolare della casa automobilistica Tesla. Sono lavoratori. Implacabili che non si fermano mai. Con Cristiano mi ha mostrato un grande rigore nel suo lavoro quotidiano. Ci ripetiamo spesso, ma non ci sono segreti. Certo che ha un talento naturale, ma non è solo quello, sarebbe troppo facile. Ha anche l’intelligenza per conoscere il suo corpo. A trentasei anni sa esattamente come gestire i suoi sforzi. È qualcosa che non può essere appreso, è uno stato d’animo, una questione di volontà. Questo è ciò che ottengo da lui quotidianamente Alla base, questa voglia di restare concentrati sulla propria prestazione atletica. Alla sua età gioca quasi tutte le partite e accumula fatica, un vero spreco di energie eppure risponde sempre. La sua instancabile determinazione è esemplare “.

READ  Napoli-Gattuso, c'è l'accordo per il rinnovo fino al 2023! Questo è quanto guadagnerà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *