dal soprannome dei compagni alla ‘bugia’

Al centro della Gazzetta dello Sport tra le curiosità sul giovane difensore

Alessandro Bastoni trascorrere un momento d’oro. L’assist contro la Juventus è l’ultimo di una serie di partite che gli hanno fatto guadagnare titoli. La Gazzetta dello Sport di oggi racconta alcune curiosità legate al giovane difensore dell’Inter: Si legge nel focus: “Il suo mondo è una casa nel cuore di Milano, non lontano da City Life. E gli occhi di una ragazza, Camilla Bresciani, sempre su di lei. Camilla è un’influencer, molto attiva sui social network. Ha una passione per la moda, lei e Alessandro hanno anche creato il loro marchio – “no pasa nada” – che presto lanceranno pubblicamente. No pasa nada, non sta succedendo niente. Questa è una bugia. È successo tutto a un ragazzo del 1999 che ha letteralmente conquistato l’Inter in un anno e mezzo. Grazie ad Antonio Conte, che ha visto in lui qualcosa di speciale, non solo dal punto di vista tecnico. Una personalità spiccata, negli spogliatoi, non è certo il figlio dello “schiaffo del soldato”: ha pronto lo scherzo, il ragazzo. È un soprannome che si porta dietro dai tempi del Parma. Ad Appiano per tutti lui è Gerry: così lo chiamava Dimarco per la prima volta, per via di quelle gambe così lunghe da sembrare quelle di una giraffa ”.

READ  F1, incidente di Grosjean: salta dall'auto in fiamme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *