Debito pubblico italiano troppo alto, FMI: necessario aggiustamento. Cosa succede ora? – Hamelin Prog

Debito pubblico italiano troppo alto, FMI: necessario aggiustamento. Cosa succede ora? – Hamelin Prog

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) si è recentemente pronunciato riguardo alla situazione del debito pubblico italiano, esprimendo preoccupazione per il suo livello troppo alto e la necessità di un aggiustamento credibile. Secondo il FMI, è fondamentale che il debito sia posto su una traiettoria sostenibile verso il basso.

Il debito pubblico italiano ha registrato un significativo aumento, raggiungendo la cifra record di 2.872,4 miliardi di euro a febbraio. È emerso che le banche italiane e la Banca d’Italia detengono insieme più della metà del debito pubblico del paese, mentre i fondi d’investimento stranieri e le famiglie italiane contribuiscono in modo significativo al finanziamento.

Il FMI ha consigliato una riduzione credibile del debito pubblico italiano per garantire una traiettoria di riduzione sostenibile nel lungo termine. Questo potrebbe richiedere misure di bilancio, politiche fiscali prudenti e riforme strutturali per favorire la crescita economica.

L’obiettivo principale è ridurre gradualmente il rapporto debito/PIL nel lungo termine, al fine di mettere il debito su una traiettoria sostenibile verso il basso. Il FMI sottolinea l’importanza di un’immediata azione per affrontare questa sfida economica e assicurare la stabilità finanziaria del paese.

READ  Il prezzo della benzina in Italia cala a 1,8 euro al litro e va ai minimi dal 2023

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *