Discord costringerà gli utenti a utilizzare un nome utente univoco – Professionista IT – Notizie

Discord consentirà agli utenti di impostare nomi utente univoci, quindi l’uso del codice distintivo a quattro cifre non è più necessario. Discord lo sceglie perché è diventato troppo complicato per gli utenti ricordare e condividere il proprio nome.

Oltre al fatto che tutti gli utenti devono trovare un nome utente univoco, viene eliminata anche la distinzione tra maiuscole e minuscole. Il nuovo nome utente può contenere solo lettere minuscole, numeri e due caratteri speciali. Inoltre, gli utenti possono inserire uno screen name, come nel caso di Twitter, ad esempio. Quest’ultimo non ha bisogno di essere unico e di seguire regole particolari. Gli utenti possono sempre cambiare il proprio nickname.

“Nelle prossime settimane” ricevere Gli utenti Discord hanno la possibilità di scegliere il loro nuovo nome utente. Gli utenti che sono registrati da più tempo avranno la possibilità di cambiare prima il proprio nome. Il periodo di transizione dura diversi mesi. Il nome della schermata predefinito è il nome utente corrente meno il codice a quattro cifre alla fine. Per inciso, il nome utente originale, incluso il codice a quattro cifre, conta ancora come alias. Ciò significa che gli utenti possono ancora essere trovati cercando quel nome.

Inizialmente Discord ha scelto di consentire agli utenti di utilizzare quasi tutti i nomi utente, già in uso o meno, poiché l’app veniva utilizzata principalmente dagli amici per chattare tra loro su un server condiviso. Quando Discord si è allontanato da questo, sono state aggiunte quattro cifre alla fine di ciascun nome utente, il cosiddetto “discriminatore”, per distinguere gli stessi nomi l’uno dall’altro. Tuttavia, secondo i social media, questo ha reso molto difficile trovare utenti. Discord afferma che quasi la metà delle richieste di amicizia fallisce perché viene inserito il nome utente sbagliato e la società voleva trovare una soluzione.

READ  Lander che ha sentito tremare Marte sta morendo (ma c'è ancora un barlume di speranza)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *