Decine di lettere sulla resistenza olandese ritrovate in una soffitta americana |  All’estero

Decine di lettere sulla resistenza olandese ritrovate in una soffitta americana | All’estero

lealtà ha scoperto archivi in ​​una soffitta a New York mentre indagava su donne resistenti. Secondo il giornale, ciò include dozzine di lettere di persone attive nella resistenza olandese.

Gli archivi sono nelle mani dell’amministratore americano John Tepper Marlin. Dice che queste includono lettere della famiglia del banchiere Zaanse e membro della resistenza Walraven van Hall e di combattenti della resistenza olandesi ancora sconosciuti.

Le lettere sarebbero finite in America perché lì viveva la scrittrice anglo-olandese Hilda van Stockum, madre di Marlin. Avrebbe usato le lettere per scrivere i suoi libri, compresi due sulla resistenza nei Paesi Bassi. Il combattente della resistenza Van Hall sarebbe stato suo cugino.

Marlin dice contro lealtà trecento lettere. Si dice che dozzine di loro siano di natura personale e sulla guerra.

L’Istituto olandese per la documentazione di guerra (Niod) è in trattative con Marlin per l’archivio. “Sembra speciale, ma lo trovo speciale solo quando l’ho visto”, afferma l’acquirente Gertjan Dikken.

Lo storico Mart van de Wiel descrive l’archivio come “promettente”. Dice al giornale che gli archivi possono fornire nuove intuizioni. “È speciale che ottant’anni dopo vengano ancora scoperte nuove fonti. Questi documenti mostrano che la storia non è mai finita”.

READ  Specchio delle medaglie: record per i norvegesi, TeamNL resta settimo | Olimpiadi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *