“Due regali, poi padroni. Con il 433 ho tante monete e poche mezzali, Zielinski stanco. Sull’Atalanta …”

Allenatore del Napoli Rino Gattuso ha commentato in conferenza stampa la sconfitta di Marassi contro il Genoa: “Oggi l’abbiamo fatto tutti. Dobbiamo dare credito al Genoa anche se non ha fatto molto, ma credo che oggi abbiamo dato due gol. Siamo stati padroni del campo, abbiamo creato tanto ma penso che sia il bello del calcio. Non dobbiamo stare lì a lamentarci, la palla deve essere lanciata. Dobbiamo riuscire a fare meno errori, non è certo un problema che abbiamo solo. Il modo in cui giochi diventa sempre più difficile, soprattutto quando vuoi giocare dal basso verso l’alto e continuare a costruire. Ora sappiamo che gli allenamenti sono finiti, domani ti stai riprendendo, sono passate 48 ore e non c’è molto che puoi fare. Quando giochiamo ogni tre giorni, c’è sempre un solo giorno per prepararci alla partita e questo ci penalizza sicuramente. Dopo aver avuto tante idee, da un anno a questa parte stiamo vivendo un incubo perché ti svegli la mattina, provi alcune cose e poi devi smontare tutto perché c’è un giocatore che prende Covid o ha mal di gola e non lasciarlo allenare per non rischiare di aprire un’epidemia. Tutto sta diventando più difficile, ma non è solo un problema nostro, ma di tutti. Per ora posso solo ringraziare la squadra per quello che sta facendo, soprattutto oggi. Dobbiamo guardare al futuro perché ci sono ancora molte partite da giocare“.

Come spieghi i due obiettivi presi?Soprattutto al primo gol non c’era nemmeno pressione ultra offensiva, c’erano solo due attaccanti. Demme, sulla nostra punizione, gioca all’indietro, Maksimovic a prima vista voleva giocare la palla al portiere e poi ci ha pensato meglio e ha voluto prendere palla con Manolas. A livello posturale non è stato messo nella giusta direzione e abbiamo subito il primo gol, il secondo idem. C’è e ripeto succede quando in alcune occasioni non puoi lavorare durante la settimana su certe cose che stiamo preparando e penso che stiamo pagando anche per quello“.

READ  Cos'è il citomegalovirus, il problema di Morata

Manolas sta recuperando per l’Atalanta?Non lo so, non ho parlato con lui e non ho nemmeno parlato con il dottore. Vediamo domani, lo valuteranno sicuramente correttamente“.

Come vuoi giocare con l’Atalanta, con quale atteggiamento?Vediamo, ho spiegato perché siamo andati in tre, perché quando giochiamo 4-3-3 in questo momento abbiamo solo due ruoli di centrocampo, Elmas e Zielinski. Fabian ora è a disposizione ma non si allena da 23 giorni, Demme, Bakayoko e Lobotka sono in fondo alla classifica e faticano a giocare le mezzali. La difesa a tre è uscita per molte valutazioni, sicuramente per il rispetto dell’Atalanta e per le condizioni non migliori. Elmas non giocava due partite da tre / quattro mesi, Zielinksi ci da tanto ed era stanco. Per questo ho fatto delle scelte. Vediamo mercoledì con quale modulo giocheremo, sapendo che siamo di fronte a una squadra forte, dobbiamo rispettarla e fare qualcosa di più di quello che abbiamo fatto in casa.“.

Quanto valore dai a questa partita contro l’Atalanta?È una semifinale di ritorno, sappiamo di aver pareggiato 0-0 e sarà una partita molto difficile. Sarei un ipocrita e un bugiardo se dicessi che questa è la nostra priorità, non lo è. La priorità per la squadra e per tutti noi all’inizio della stagione è arrivare in Champions. È una partita importante, sappiamo che la giocheremo, ma abbiamo bisogno di una buona prestazione“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *