Euro 2020, Draghi non vuole la finale a Wembley: “Troppi contagi” | Nuovo

Il presidente del Consiglio: “Intendo fare in modo che la finale non si svolga in un Paese dove i contagi crescono rapidamente”

Mario draghi non voglio la finale di Euro 2020 Gioca Wembley e sogna di prenderla Roma. Il premier di Berlino, al fianco della cancelliera Angela Merkel, ha parlato apertamente: “Ho intenzione di fare del mio meglio affinché la finale non si svolga in un Paese in cui i contagi stanno aumentando rapidamente”. Missione difficile per il Primo Ministro visto che la UEFA è vicina a un accordo con il governo britannico per consentire l’ingresso a 60.000 tifosi.

La risposta della Uefa è stata immediata ed è andata avanti e non ha intenzione di spostare la sede della finale da Londra: non pensate di cambiare sede per queste partite”, dicono le parole in una nota ufficiale.

Nessun commento invece da Downing Street anche se, secondo quanto apprende l’ANSA da fonti bene informate, il governo britannico intende far sapere di essere “pienamente impegnato”, in stretto contatto con l’Uefa, a fare in modo che il le semifinali e la finale potranno svolgersi a Wembley come previsto “in condizioni di sicurezza” per tutti.

La Raggi, intanto, tifa Draghi: “Spostare la finale degli Europei a Roma? Siamo pronti. Dopo il successo dell’apertura di UEFA 2020, Roma e l’Italia hanno dimostrato di saper organizzare grandi eventi internazionali”, scrive il primo cittadino della Capitale.

LA MERKEL: “GOSENS È UN GRANDE GIOCATORE”
La Merkel si è poi congratulata con i risultati della squadra di Mancini: “Abbiamo ruoli diversi, l’Italia sta giocando bene ma stiamo supportando la nostra squadra”. Poi una battuta su Gosens: “Tuttavia pensiamo entrambi che il tedesco Gosens dell’Atalanta sia un ottimo giocatore”.

READ  Ronaldo positivo per Covid: saltano Crotone e Dinamo Kiev, per Barcellona è corsa contro il tempo | Prima pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *