Euro 2020: Ucraina-Austria 0-1, austriaci agli ottavi con l’Italia | Nuovo

La zampata di Baumgartner nel primo tempo è stata fatale per Sheva. Malinovskyi

L’Austria è avversaria dell’Italia negli ottavi di finale di Euro 2020, partita in programma sabato 26 giugno a Wembley alle 21.. A Bucarest battono Alaba e compagni 1-0 Ucraina, finendo secondo nel Gruppo C dietro l’Olanda. Vittoria meritata per gli austriaci, centrati grazie ad a Baumgartner al 21′, bravo ad anticipare Zabarnyi. Arnautovic divora la doppietta, ma gli ucraini non ci sono in serata.

IL GIOCO
Per la prima volta in 39 anni, l’Austria ha attraversato la fase a gironi di uno dei grandi tornei internazionali (Europa e Mondiali) e con tutto il merito, regalandosi un lussuoso ottavo di finale contro gli azzurri di Mancini. Alla fine la squadra che ha mostrato più coraggio ha vinto e superato il turno, soprattutto nel primo tempo ha dominato in termini di opportunità, mentre nella ripresa i ragazzi di Foda hanno tirato fuori tutto, hanno difeso con ordine e hanno rischiato pochissimo contro l’Ucraina tradita dai suoi migliori. Giocatori. Giocatori.

Shevchenko fa un solo cambio rispetto agli 11 che hanno battuto la Macedonia del Nord: Sydorchuk per Stepanenko. Due cambi invece per il collega Foda: Ulmer e Gregoritsch lasciano il posto a Grillitsch e Arnautovic, quest’ultimo al rientro dopo aver scontato una squalifica.

L’Austria è costretta a vincere e ad attaccare subito a testa bassa. Sabitzer tra 5′ e 7′ ha il doppio
occasione, ma prima il suo tiro viene bloccato da Sydorchuk poi dal limite colpisce molto alto. Alaba e compagni iniziano a incassare calci d’angolo e una di queste teste Dragovic non inquadra il gol (11′). E proprio alla bandiera, la squadra di Foda ha riconquistato il meritato vantaggio, quando Baumgartner (allora costretto al ritiro al 32′ per un problema fisico) ha anticipato Zabarnyi e con una zampata al volo ha colpito Bushchan. Vantaggio indubbiamente meritato, perché l’Ucraina sta facendo troppo poco ed è troppo imprecisa nelle ripartenze. L’occasione di Shaparenko al 29′, respinta da Bachmann in tuffo, è l’unica nitidezza del primo tempo grigio ucraino, visto che il finale è tutto austriaco. Al 37′ Bushchan si invola e si rifugia in angolo sulla destra attorno a Laimer, mentre cinque minuti dopo Arnautovic si divora la doppietta da un sinistro impreciso dopo una discesa di Schopf che avrebbe meritato più fortuna. L’ex interista calcia dal limite tra le braccia del portiere (47′) e la prima frazione si chiude con un destro spezzato di Lainer.

READ  "Tuo fratello è più forte"

Sheva lascia il deludente Malinovskyi negli spogliatoi e inserisce Tsygankov. L’Austria lascia l’iniziativa nelle mani degli avversari, che tengono molto palla ma non riescono mai a trovare la zampata vincente. Sono infatti Alaba e compagni a rischiare l’infortunio da soli al 62′, quando Lainer sfiora la porta contro il suo campo su punizione di Zinchenko, ma Bachmann scappa in angolo. Prima della finale, la palla del possibile pareggio e della qualificazione cade ai piedi di Yaremchuk, ma il suo diagonale finisce in un baffo. Al triplice fischio di Cakir la festa è tutta austriaca, mentre l’Ucraina ha poche speranze di qualificarsi tra i primi terzi, ma il destino non è più nelle loro mani.

LA TAVOLA
UCRAINA-AUSTRIA 0-1
Ucraina (4-3-3)
: Bushchan 6; Karavaev 5,5, Zabarnyi 5, Matviyenko 6, Mykolenko 6 (40′ st Besedin sv); Malinovskyi 4 (1° Tsygankov 5,5), Sydorchuk 5,5, Zinchenko 5; Yarmolenko 5, Yaremchuk 5,5, Shaparenko 5 (23′ st Marlos 5,5). A disposizione: Pyatov, Trubin, Sobol, Krivtsov, Stepanenko, Tymchyk, Sudakov, Makarenko, Tsygankov, Besedin, Dovbyk. Tutto.: Shevchenko 5
Austria (4-3-2-1): Bachmann 7; Lainer 6,5, Hinterreger 6, Dragovic 6, Alaba 6,5; Laimer 7 (27’st Ilsanker 6), X. Schlager 6,5, Grlillitsch 6; Baumgartner 7 (32′ Schopf 6,5), Sabitzer 6; Arnautovic 5,5 (45′ st Kalajdzic sv). A disposizione: A. Schlager, Pervan, Ulmer, Posch, Gregoritsch, Lienhart, Trimmel, Schaub, Onisiwo. Tutto.: maledetto 6.5
Arbitro: Cakir (Turchia)
marcatori: 21′ Baumgartner (A)
ammoniti:
Escluso:
Da notare:

STATISTICHE
Per la prima volta in 39 anni, l’Austria è entrata nella fase a gironi di uno dei maggiori tornei internazionali (Europei e Mondiali). L’ultima volta che l’ha fatto è stato durante la Coppa del Mondo 1982.

READ  Cosa sta a noi ... Pesare le caviglie e il tuo lavoro. De Zerbi, il potere della coerenza

● Christoph Baumgartner (21 anni, 324 giorni) è il più giovane giocatore austriaco ad aver segnato un gol nel Campionato Europeo. Considerando i maggiori tornei internazionali (Europa e Coppa del Mondo), solo Josef Bican ai Mondiali del 1934 (20 anni, 244 giorni) e Walter Schachner ai Mondiali del 1978 (21 anni e 122 giorni) erano più giovani.

● Con la partita di oggi, Aleksandar Dragovic ha raggiunto 93 presenze con l’Austria, raggiungendo Gerhard Hanappi al terzo posto nelle presenze con la nazionale austriaca, poco meno di Toni Polster (95) e Andi Herzog (103).

● L’Ucraina ha subito almeno un gol in ciascuna delle nove finali europee in cui ha giocato. Nessun’altra squadra ha giocato più di cinque partite senza essere mai riuscita a mantenere la porta inviolata nella competizione (cinque nel caso dell’Islanda).

● Cristoph Baumgartner (21 anni, 324 giorni) è il giocatore più giovane ad aver trovato il gol a Euro 2020.

● L’Austria ha effettuato 18 tiri in questa partita, solo uno in meno del totale tentato nelle prime due partite giocate a Euro 2020.

● Illia Zabarnyi (18 anni, 293 giorni) è la prima giocatrice nata nel 2002 ad aver giocato ogni minuto della fase a gironi di un Campionato Europeo.

● Con la vittoria di oggi, l’Austria ha interrotto la striscia positiva che l’aveva vista perdere l’ultima partita del girone nelle ultime tre presenze in un grande torneo internazionale: contro l’Italia nella Coppa del Mondo 1998, contro la Germania a Euro 2008, contro l’Islanda a Euro 2016 e contro Ucraina a Euro 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *