F1, alla Ferrari è tutto nero: Vettel molto severo, Leclerc inclina la testa

Non solo Disastro Mercedes e gioia di Racing Point. Una delle grandi sconfitte di Gran Premio di Sakhir è infatti il ​​file Ferrari, che lascia definitivamente il Bahrein con il morale sotto le scarpe, un unico punto vinto in due gare, molti più dubbi, alcuni motivo di controversia è un scoraggiante sesto posto nella classifica generale.

L’insoddisfazione attorno al Cavallino è evidente anche ascoltando le parole di Sebastian vettel. In una corsa folle, che ha evidenziato molti eroi inaspettati e ha salutato la vittoria di Sergio perez (primo messicano in 50 anni riuscire), il tedesco è stato protagonista di a prestazioni assolutamente coprenti e ha concluso con il ultimo dodicesimo posto. E un palese scoraggiamento dopo il traguardo.

“Meglio non parlare della mia razza, perché era irrilevante ”, si è limitato ad osservare il tedesco della squadra di Maranello. Che poi si è concentrato sugli altri: “Sono felice per Perez e mi congratulo con lui. Ma lo sono anche triste per russell“.

La situazione alla Ferrari è molto peggiore. “Niente ha funzionato, Non ho potuto seguire e mi sono solo difeso ”, osserva Vettel. Cosa è se non altro arrivato all’arrivo, Diversamente da Charles Leclerc.

Partito quarto, il monegasco ha infatti innescato a carambola con Verstappen e proprio Perez (quindi in grado di recuperare alla vittoria). Leclerc sarà anche penalizzato di tre posizioni sulla griglia pubblicitaria Abu Dhabi e soprattutto lo è assunto le proprie responsabilità.

“Mi piace essere onesto, e quando commetto un errore Dico. Mi aspettavo che Perez restasse fuori, ma non lo fece non è colpa sua», Ha ammesso il pilota Ferrari. Protagonista negativo di un altro fine settimana da dimenticare per il rosso.

READ  VRT trova un'intervista persa con il creatore del big bang dopo decenni

OMNISPORT | 06-12-2020 23:52

F1, alla Ferrari è tutto nero: Vettel molto severo, Leclerc inclina la testa Fonte: Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *