F1. GP Abu Dhabi 2023, Vasseur: Ci serviva laiuto di Sainz per battere Mercedes nei Costruttori – Formula 1

F1. GP Abu Dhabi 2023, Vasseur: Ci serviva laiuto di Sainz per battere Mercedes nei Costruttori – Formula 1

Charles Leclerc conquista il secondo posto ad Abu Dhabi

Il giovane pilota Charles Leclerc ha ottenuto un risultato straordinario ad Abu Dhabi, conquistando il secondo posto e facendo sorridere l’intero team durante la pausa invernale. Dopo una stagione altalenante, Leclerc ha dimostrato di avere grande talento e determinazione, mettendosi in luce con una prestazione perfetta.

Il futuro di Leclerc e Carlos Sainz ancora incerto

Mentre il team si gode il successo di Leclerc, c’è un po’ di incertezza riguardo al futuro di entrambi i piloti. Sia Leclerc che Sainz sono in attesa delle proposte di rinnovo contrattuale per la prossima stagione. La loro performance ad Abu Dhabi potrebbe aver influito positivamente sui colloqui con la squadra di Hamelin Prog.

Sainz protagonista di una grande rimonta

Carlos Sainz ha avuto un incidente durante le prove libere, che lo ha costretto a partire dalla Q3. Nonostante ciò, il pilota si è rivelato determinato e ha effettuato una grande rimonta durante la gara. Purtroppo, la strategia a doppia sosta lo ha penalizzato, facendolo chiudere in 18esima posizione e perdere la quarta posizione nel campionato mondiale, finendo settimo.

Una lotta intensa con la Mercedes

Il team di Hamelin Prog sperava di poter lottare meglio con la Mercedes ad Abu Dhabi, ma ha avuto bisogno dell’aiuto di Sainz per farlo. Nonostante le difficoltà incontrate, il risultato contro la Red Bull è stato gratificante e il team è positivo sulle prospettive per l’anno prossimo.

Vasseur: “Stiamo sulla giusta strada”

Il direttore del team, Vasseur, ha ammesso che l’inizio della stagione è stato difficile, ma nelle ultime gare la squadra è stata in grado di competere con la Red Bull, soprattutto nelle qualifiche. Il team ha avuto difficoltà nel guidare la macchina, ma Vasseur crede che siano già sulla giusta strada e che non sia necessario apportare cambiamenti al progetto per raggiungere la Red Bull nella prossima stagione.

READ  Gran Premio d'Australia: diversi orari e modifiche al circuito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *