Home / L'artista racconta / Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 4˄ settimana

Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 4˄ settimana

Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 4 settimanaQuarta sessione di registrazione per il nuovo album dei Flower Flesh (il cui titolo è ancora in fase di definizione) e, nella fattispecie, seconda sessione di “Surfin’ through the falling stars”. Questa traccia, pur con atmosfere e sonorità diverse, si può considerare quasi come una sorta di “continuazione morale” di “Falling in another dimension”, che apriva l’album precedente.

Nella scorsa sessione, dopo le lunghe e probanti parti chitarristiche e tastieristiche, il batterista Giorgio Milesi, sfinito, aveva registrato alle 3 di notte passate. Ma risentendo il risultato era insoddisfatto della performance e così ha deciso di risuonare gran parte del brano.

Quindi, nella seduta di registrazione del 19 dicembre, sono stati lui e il cantante Daniel Elvstrom a realizzare le proprie parti. Nella canzone manca ancora il basso, ma si prevede un ulteriore lavoro di editing e di “taglia e cuci” sulla struttura.

Nel frattempo si iniziano a gettare le basi per la registrazione di un’altra traccia… Quale sarà? Appuntamento alla prossima puntata del nostro “Diario di bordo”!

 

 

Fotogallery

  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 4˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 4˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 4˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 4˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 4˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 4˄ settimana

About Donato Ruggiero

Donato Ruggiero
Membro fondatore e redattore di HamelinProg.com, è archeologo e autore del romanzo noir "Tutto tranne il cane" (0111 Edizioni, 2017) e di diversi racconti pubblicati in varie antologie, nonché chitarrista della band alternative rock Malamente con all'attivo l'album "Stato vegetativo permanente". Appassionato di progressive rock, rock progressivo italiano anni '70, in particolare dei gruppi "minori", e contemporaneo, krautrock, space rock, scuola di Canterbury, avant-prog, rock sinfonico, jazz rock, musica sperimentale e molto altro.

Check Also

Cellar Noise – Dietro le quinte del nuovo album

Salve popolo di Hamelin! Qui parlano (o meglio, forse, scrivono) i Cellar Noise, pronti a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *