Francia arresta 26 piromani dopo gli incendi boschivi | All’estero

In Francia, quest’estate sono già stati arrestati 26 incendiari. Sono sospettati di aver appiccato incendi boschivi. Quattro di loro sono già stati condannati. Sei sono stati presi in custodia.

Lo affermano i dati del ministero dell’Interno francese. Non si sa quanti incendiari siano stati arrestati negli anni precedenti.

La Francia è alle prese con incendi storicamente significativi questa estate. Dall’inizio di quest’anno, più di 60.000 ettari di foresta in fiamme e brughierasoprattutto nelle ultime settimane a sud di Bordeaux e lungo il Mediterraneo. Questo lo rende uno degli anni peggiori mai registrati in termini di incendi.

Pattuglia in elicottero

Secondo il ministero, molte risorse e manodopera sono state impiegate per arrestare gli incendiari. Ad esempio, ci sono pattuglie con elicotteri e investigatori specializzati conducono indagini in loco. Questo mese è stata persino istituita un’unità speciale a sud di Bordeaux per localizzare gli incendiari. Una ventina di ufficiali e riservisti viaggiano su fuoristrada, biciclette e motocicli per arrestare sospetti e controllare le auto.

Le sanzioni per i trasgressori variano. Se nessuna intenzione è provata, qualcuno può comunque finire un anno di prigione per incendio doloso. Un incendiario che lavora deliberatamente può essere condannato a dieci anni di carcere se ci sono anche dei decessi.

Il testo continua sotto la foto.

© AP

Il novanta per cento del risultato delle azioni umane

I dati della Commissione forestale francese mostrano che il 90% di tutti gli incendi boschivi sono il risultato dell’attività umana. Spesso è questione di disattenzione: ad esempio qualcuno butta una sigaretta accesa o c’è un barbecue che fa scintille. Ma il 39% degli incendi boschivi sono appiccati deliberatamente, secondo l’ONF, l’Ufficio forestale francese.

Alla fine del mese scorso è stato arrestato nel dipartimento dell’Hérault nel Mediterraneo un uomo di 37 anni, che avrebbe appiccato una serie di incendi. Era un membro dei vigili del fuoco volontari. La sua auto è stata vista tre volte da testimoni nei punti in cui è scoppiato un incendio. Uno di questi incendi ha ridotto in cenere 800 ettari di foresta.

Un uomo è sotto processo questo mese in Borgogna con l’accusa di aver appiccato 19 incendi in sei settimane. Due settimane fa un uomo di 44 anni è stato arrestato in Ardèche. Ha confessato di aver appiccato diversi incendi nel sud della Francia, dove in due giorni sono bruciati 1.200 ettari di foresta.

Questa foto fornita dai vigili del fuoco della regione della Gironda SDIS 33, (Dipartimento antincendio e servizio di salvataggio 33) combatte un incendio vicino a Saint-Magne, a sud di Bordeaux, nel sud-ovest della Francia, giovedì 28 agosto 2019. 11, 2022. (SDIS 33 tramite AP)

Questa foto fornita dai vigili del fuoco della regione della Gironda SDIS 33, (Dipartimento antincendio e servizio di salvataggio 33) combatte un incendio vicino a Saint-Magne, a sud di Bordeaux, nel sud-ovest della Francia, giovedì 28 agosto 2019. 11, 2022. (SDIS 33 tramite AP) © AP

Guarda i nostri video di notizie nella playlist qui sotto:

READ  "Ridotto per andare in oreficeria" - Libero Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.