Genoa-Torino verso il rinvio e in bilico anche Juve-Napoli: la Lega incontra | Prima pagina

Chi vive ai vertici del calcio italiano sono ore di grande apprensione dopo la notizia, apparsa ieri sera tardi, di positività di 14 membri del gruppo di squadra (11 giocatori, inclusi i già noti Perin e Schone, e 3 membri dello staff) da Genova, dopo la gara di domenica scorsa contro il Napoli. La paura che sia emerso il primo vero difetto del protocollo anti-Covid, Che la FIGC fosse in procinto di allentarsi su consiglio del Cts (respingenti solo nelle 48 ore precedenti le partite), potrebbe portare a decisioni clamorose del campionato di Serie A, che si riunirà oggi in Consiglio straordinario.

NAPOLI SCUOTE – Salvo che la nuova serie di addebiti diretti a cui saranno sottoposti i possessori della carta rossoblù nelle prossime ore non indichi alcuni casi di “falsa positività”, La partita Genoa-Torino rischia di essere rinviata a un secondo momento, previsto per le 18 di sabato prossimo. Il gruppo di Maran – isolato e impossibilitato ad allenarsi – rischia di essere decimato e quindi incapace di presentare una formazione agonistica. Ma quanto accaduto a Genova potrebbe avere risvolti importanti anche a Napoli, dove si teme che il contagio da coronavirus si sia diffuso, mettendo in pericolo anche la disputa big game contro la Juventus Domenica sera.

INCONTRA IL CAMPIONATO – Giocatori di Gattuso, sceso in campo ieri pomeriggio a Castel Volturno, subirà il primo turno settimanale di tamponi, che dovrà essere ripetuto venerdì, 48 ore dopo la partita con la Juve. In base a quali saranno i ritorni, si capirà se anche questo incontro sarà minacciato o meno, uno scenario che potrebbe portare anche alla drastica decisione della Lega di annullare l’intera terza giornata di campionato, approfittando della pausa di due settimane per le nazionali. Una situazione in continua evoluzione che sta mettendo alla prova il sistema calcistico, per la prima volta alle prese davvero con il grano Covid.

READ  Le classifiche di Pioli: vari dipinti sui muri di Milanello per capire da dove siamo partiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *