Giro d’Italia, 20 ^ tappa (Alba-Sestriere): vince Geoghegan Hart, Hindley in rosa

Ultima sfida prima della cronometro di Milano: sulla seconda salita al Sestriere attaccano Dennis, Hindley e Geoghegan Hart, escono Kelderman e Nibali. Alla fine vincono gli inglesi, ma è una finale del Giro mai vista prima

Geoghegan Hart ha vinto la 20a tappa della 103a edizione del Giro d’Italia. Ultima sfida in salita da Alba a Sestriere, il 25enne britannico di Ineos vince lo sprint. Stesso tempo per Geoghegan Hart e Hindley, è il secondo a conquistare la maglia rosa per 48 centesimi. E per la prima volta nella storia, due atleti affronteranno l’ultima giornata di un grande Giro con lo stesso tempo in classifica.

La gara

Tappa alpina oltre 3.500 metri di dislivello, 190 km da Alba a Sestriere. Nei primi chilometri di pianura decollano 21 corridori: Ballerini, Honoré, Serry, Vendrame, Bouchard, Tratnik, Fiorelli, Malecki, Viviani, Kangert, Démare, Guglielmi, Cimolai, Holmes, McNulty, Villella, Rubio, Gebreigzabhier, Sobrero, Bernard e Conci. Arnaud Démare (in maglia ciclamino) taglia per primo il traguardo volante di Saluzzo, il francese è ora garantito per rimanere il leader della classifica a punti. Dopo il primo passaggio per Sestriere (GPM di seconda categoria, nessun passaggio del traguardo) restano al comando 17 uomini, perdendo le ruote dei compagni di fuga Sobrero, Cimolai, Viviani e Démare. Il vantaggio del battistrada è di quasi 4 ‘sul gruppo della maglia rosa tirato da Ineos di Geoghegan Hart. Davide Ballerini attacca sulla discesa che porta a Cesana Torinese e guadagna terreno a 40 “di margine sugli inseguitori. Saliamo verso Sestriere passando per Sauze di Cesana, superando il traguardo (GPM prima categoria). seconda salita di giornata, Ganna prende il ritmo in gruppo per fare una selezione, poi tocca a Dennis che fa un buon lavoro. Con lui sono rimasti solo Geoghegan Hart e Hindley, Kelderman non riesce a stare davanti, sembra una fotocopia tappa 18. In testa alla corsa, Rubio supera Ballerini e resta solo ai comandi, mentre molti componenti della prima ora di fuga si affiancano ai big, altra discesa verso Cesana Torinese, poi l’arrivo in salita al Sestriere Prima dell’ultima salita (prima categoria GPM) Ballerini e Serry raggiungono Rubio ma la loro azione si conclude velocemente perché arriva il gruppo con Hindley e Geoghegan Hart. L’australiano Sunweb vince 1 “sul Britanniq Passiamo per primi sul traguardo volante di Sauze di Cesana. Nell’ultima salita Nibali si stacca dal gruppo con Kelderman, avanti con circa 1 ‘di vantaggio, restano il trio Hindley, Geoghegan Hart e Dennis. Almeida supera Kelderman e Bilbao, a 3,4 km dal termine Hindley prova ad accelerare ma non si svuota. Il secondo e il terzo tentativo sono più efficaci, solo Geoghegan Hart può resistere alla ruota dell’australiano. Nell’ultimo chilometro parte lo sprint e il britannico Ineos prende il sopravvento sul rivale, che prende il plotone per pochi centesimi. A 1’35 “dal vincitore di giornata arriva Kelderman, a 2’02” Nibali.

READ  Inter, altro attaccante eliminato oltre a Lukaku: le parole di Conte

Tutto

Maglia rosa Jai ​​Hindley (Sunweb) con un vantaggio di soli 48 centesimi su Tao Geoghegan Hart (Ineos), terzo a 1’32 “Wilco Kelderman (Sunweb). Primo degli italiani Vincenzo Nibali, settimo a 7’46”.

L’ultimo passaggio

Tappa a cronometro di 15,7 km con partenza dal centro di Cernusco sul Naviglio e arrivo a Milano, 21 ^ tappa della corsa rosa. Si esce sulla vecchia statale Padana Superiore e si imbocca viali ampi, dritti e ben asfaltati verso il capoluogo lombardo. Uscendo da via Palmanova, troverete il rilevatore cronometro all’ingresso di via Padova, dove proseguite dritto fino agli ultimi 2 km che portano all’arrivo in piazza Duomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *