Giro, niente Mottarone per rispetto delle vittime della funivia

Venerdì cambio di tappa con arrivo all’Alpe di Mera. Il nuovo percorso sarà di 166 chilometri

No Mottarone, il Giro d’Italia cambia il percorso della tappa del venerdì in segno di rispetto per le vittime del disastro di domenica, quando la caduta della funivia Stresa-Mottarone ha provocato la morte di 14 persone.

La Direzione del Giro d’Italia, legge il comunicato diffuso nel pomeriggio – a seguito dei tragici eventi di domenica scorsa che hanno coinvolto la Funivia del Mottarone – e insieme al Ministero delle Infrastrutture Sostenibili e Mobilità, alla Regione Piemonte e alle altre istituzioni , hanno deciso di modificare il percorso della diciannovesima tappa della gara in programma venerdì 28. Il nuovo percorso sarà di 166 km e la partenza sarà data da Abbiategrasso alle 12.35. Dopo 83 km., A Gignese, il percorso iniziale prevedeva la salita del Mottarone. I ciclisti devieranno verso il Lago Maggiore e passeranno per Stresa e Baveno, poi per Omegna. La salita prima dell’arrivo in salita sarà quella che porta al passo Colma, al km. 127 della scena. L’arrivo è sempre previsto tra le 17:00 e le 17:30 all’Alpe di Mera (comune di Scopello), in Valsesia, in provincia di Vercelli.

READ  Benevento, Vigorito: "Sono preoccupato per l'atteggiamento della Lazio verso il Torino"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *