Gli analisti della TV di stato russa sbattono i leader occidentali: “Niente li fermerà” | All’estero

Gli analisti della televisione di stato russa hanno intensificato la loro retorica in tempo di guerra. In questi giorni abbiamo sentito su tutti i principali canali che la terza guerra mondiale e l’uso delle armi nucleari sono “inevitabili”, secondo loro.


Koen Van de Sype


Ultimo aggiornamento:
20:54

Le cosiddette analisi dei sostenitori di Putin alla televisione di stato russa seguono le forti parole ascoltate la scorsa settimana dal ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e dallo stesso presidente Vladimir Putin. ha detto Lavrov Lunedì che il rischio di una terza guerra mondiale è “reale” e Putin sotto minaccia proprio ieri usando “armi che nessun altro ha” contro i paesi che cercano di intervenire nel conflitto in Ucraina.

Gli “analisti” russi ora sembrano prendere l’idea di una terza guerra mondiale con il dispiegamento di armi nucleari come inevitabile e quindi comunicarla agli spettatori russi, secondo il filmato dell’analista dei media russa Julia Davis condiviso sui social network.

dichiarazione di guerra

Secondo la presentatrice Olga Skabeeva sul canale statale Russia-1, i trasferimenti di armi dall’Occidente all’Ucraina sono una dichiarazione di guerra. “Cosa stiamo aspettando?” lei chiede. Il politologo Mikhail Markelov descrive l’Occidente come il principale nemico della storia e pensa addirittura che la terza guerra mondiale sia già iniziata. “I rappresentanti di questi quaranta diversi paesi sono un moderno Hitler collettivo”, dice.

Nel talk show di Vladimir Solovyov, questo è stato espresso in modo ancora più netto. Solovyov si è lamentato del fatto che l’Occidente ha ignorato tutti gli avvertimenti dalla Russia. “Niente li fermerà. Hanno deciso di giocare in grande. Sono stronzi senza morale.

READ  NUMERI VINCITORI EUROJACKPOT / Sorteggio di oggi 2 luglio (conc 26/2021)


Preventivo

L’idea che tutto finirà con un attacco nucleare mi sembra più probabile di qualsiasi altro scenario.

Margarita Simonyan, direttrice del canale di notizie russo RT

La dichiarazione più scioccante è arrivata da Margarita Simonyan, la direttrice del canale di notizie russo RT. “O perdiamo in Ucraina o inizia la terza guerra mondiale”, ha detto. “Penso che lo scenario della terza guerra mondiale sia il più realistico, conoscendoci e conoscendo il nostro leader Vladimir Putin. L’idea che tutto finirà con un attacco nucleare mi sembra più probabile di qualsiasi altro scenario.

“Andremo in paradiso”, ha detto il presentatore Soloviev. Il che a sua volta ha suscitato la concisa risposta “moriamo tutti un giorno” da parte di Simonyan.

missione storica

Il presentatore Dmitry Kulikov ha anche affermato che la guerra a volte è “inevitabile”. “Siamo degni dei nostri predecessori e di tutti coloro che hanno vissuto una cosa del genere. Perché dovremmo pensare che la nostra vita valga più di quella dei nostri nonni? Perché dovremmo liberarci dalla nostra missione storica?


La portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova ha preso questa linea dura. “I paesi occidentali andranno il più lontano possibile. Se non li fermiamo, andranno all’estremo.

copione

Un buon motivo, secondo il colonnello in pensione Yury Knutov, per non escludere uno scenario. “Per qualche motivo credono di poter soffocare la Russia fino a quando non ci arrendiamo”, ha detto ieri nel talk show di 60 Minutes. Che la Russia non userà mai le sue armi nucleari. Ma se l’esistenza stessa della nostra nazione è minacciata, abbiamo il diritto di farlo.


Gli analisti del canale statale russo Russia-1.  Al centro la presentatrice Olga Skabeeva.

Gli analisti del canale statale russo Russia-1. Al centro la presentatrice Olga Skabeeva. © RV

Un complesso di appartamenti è stato distrutto a Borodianka, a nord-ovest di kyiv.

Un complesso di appartamenti è stato distrutto a Borodianka, a nord-ovest di kyiv. © PhotoNews

Guarda i nostri video sulla guerra in Ucraina qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.