Gli Stati Uniti verso l’ora legale permanente

Gli Stati Uniti verso l’ora legale permanente

La modifica non entrerà in vigore fino al prossimo novembre, anche su consiglio di compagnie aeree ed emittenti che hanno bisogno di più tempo per l’introduzione. La misura deve ancora essere approvata dalla Camera dei rappresentanti e dal presidente Joe Biden.

A partire da domenica, la maggior parte degli Stati Uniti, che ha più fusi orari, è tornata all’ora legale. Scade a novembre.

La discussione all’interno dell’Unione Europea è scoppiata alcuni anni fa, quando la Commissione Europea a Bruxelles ha proposto di rendere permanente l’orario invernale. A causa di opinioni divergenti, la proposta è stata ritirata.

Qual è più sano?

L’ex ministro dell’Interno Ollongren ha indagato all’epoca sulle conseguenze di un orario estivo o invernale permanente per i Paesi Bassi. Ciò ha dimostrato che un sistema senza modifiche sarebbe il migliore per la salute. Sarebbe anche meglio per il traffico. “Nel contesto della sicurezza stradale, ci sono indicazioni che possa essere vantaggioso evitare il cambio dell’ora, cioè mantenere l’ora legale permanente”, ha detto poi il ministro.

Un’ora legale permanente sarebbe penalizzante per il settore delle costruzioni, che valuta la luce del giorno al mattino. I risparmi energetici sono stati “minimi”, secondo il ministro. In ogni caso, i Paesi Bassi vogliono coordinare il loro sistema con i paesi limitrofi del Belgio e della Germania, ma anche con il Lussemburgo e la Francia. Anche questi paesi non sanno ancora cosa decideranno.

READ  Nigeria, 13 anni condannato a 10 anni per blasfemia. Il regista di Auschwitz: "Io vado in prigione al posto suo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *