Google lancia Clear Calling in versione beta su Pixel 7 e 7 Pro – Tablet e telefoni – Novità

Il fatto che non funzioni con il VoIP è un segno che non passa attraverso i server di Google. @Doppio Doppio ha già il link qui sotto che succede sul dispositivo, ma voglio andare un po’ oltre.

Il VoIP su uno smartphone (Whatsapp, Viber, signal, giochi, ecc.) utilizza API e codec che operano ai livelli superiori del telefono. Potrebbero avere i propri codec e crittografia. Il sistema operativo offre audio, ma non ha molte informazioni su cosa sia. Potrebbe provenire da un gioco e poi il rumore fa parte del gioco, potrebbe provenire da una videochiamata in cui qualcuno sta filmando qualcosa per gli altri. Ma può anche essere un video inviato a te. È audio, ma che tipo di audio Android non lo sa. “Migliorare” il suono può effettivamente peggiorarlo.

Voice over LTE, voice over Wifi, voice over new radio, voce GSM, voce 3G si svolgono tutti presso il SoC. Android non ha molto da dire al riguardo. È per questo motivo che VoLTE deve essere attivato separatamente per ogni rete mobile dal produttore del chipset (es. Qualcomm) e dal produttore del telefono (es. Samsung) Una nuova versione di Android di solito non cambia questo. L’intero flusso audio entra a un livello diverso e viene quindi offerto all’applicazione del telefono portatile. Questi possono essere specifici per il produttore del telefono o generici per Android. Se l’audio passa attraverso questa applicazione, sai per certo che si tratta di una telefonata. A questo punto anche l’audio non è crittografato e puoi eseguirlo attraverso il chip Tensorflow per eseguire quei trucchi magici di chiamata chiara. È quasi sempre l’intenzione che non ci sia rumore di fondo. Quindi Google osa filtrarlo. Spero ci sia un pulsante per accenderlo e spegnerlo, perché immagino che un meccanico che chiama un collega per chiedergli cosa ne pensa di questo “rumore” di macchina, voglia sentire esattamente questo rumore.

READ  Gli astronomi rivelano l'età sorprendente degli anelli di Saturno

L’esecuzione dell’audio attraverso i server di Google, oltre a una maggiore latenza, violerebbe probabilmente le leggi sulla privacy di molti paesi. Ci sono anche paesi che, con le loro leggi, potrebbero richiedere a Google di intercettare le conversazioni e/o di consegnarle in massa ai servizi segreti locali (ad es. NSA/GCHQ). In linea di principio, un tale carico di problemi legali dovrebbe essere abbastanza spaventoso da non inviare l’audio attraverso i server di Google, ovunque si trovino. (e sì, so che abbastanza aziende tecnologiche hanno commesso errori di privacy, nonostante gli avvertimenti di addetti ai lavori ed esperti. E sì, non ho analizzato il codice o il traffico telefonico, quindi tutto ciò che scrivo è solo speculazione, estrapolazione e interpretazione
)

[Reactie gewijzigd door Raindeer op 21 oktober 2022 10:51]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *