Hamelin Prog: La crisi senza fine dellEvergrande: non può più emettere bond. Suning ci rimette ancora

Hamelin Prog: La crisi senza fine dellEvergrande: non può più emettere bond. Suning ci rimette ancora

Il gigante immobiliare cinese Evergrande si trova di nuovo in crisi nonostante alcuni segnali positivi. Un documento ufficiale ha certificato la gravità della situazione, portando a un crollo del 21% della Borsa di Hong Kong. La controllata Hengda Real Estate Group ha dichiarato di non essere in grado di emettere nuovi bond per debiti superiori a 277,5 miliardi di Yuan. La stessa Evergrande si trova nella stessa situazione, non potendo emettere nuove obbligazioni a causa dell’indagine sulla Hengda Real Estate Group. Anche Suning ha subito perdite a causa del debito di oltre 20 miliardi di Yuan con Evergrande. Inoltre, Zhang Jindong, patron dell’Inter, ha rinunciato al credito a favore di partecipazioni immobilizzate nella società Evergrande Real Estate. Questa crisi finanziaria sta avendo un impatto significativo sul settore immobiliare della Cina e sta suscitando preoccupazioni tra gli investitori. Si teme che le difficoltà finanziarie di Evergrande possano avere ripercussioni sull’economia globale. Le autorità cinesi sono attivamente coinvolte nella gestione della situazione, cercando di trovare soluzioni per evitare uno scenario di default. Tuttavia, la situazione rimane incerta e gli investitori sono in allerta. Continueremo a seguire gli sviluppi di questa crisi e il suo impatto sul mercato immobiliare cinese.

READ  Sisma e Onlus, nuovo pressing al Senato sul Superbonus - Il Sole 24 ORE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *