I britannici ricevono un risarcimento per l’alloggio dei rifugiati ucraini

I britannici ricevono un risarcimento per l’alloggio dei rifugiati ucraini

I britannici che aprono le loro case ai rifugiati ucraini ricevono 350 sterline (415 euro) al mese per questo. Secondo il programma, coordinato dal governo del Regno Unito, le persone dovranno mettere a disposizione il proprio alloggio per almeno sei mesi.

A partire da oggi, le famiglie possono registrarsi per questo Sistemazione per l’Ucraina-programma. Successivamente, saranno abbinati ai rifugiati a cui nelle ultime settimane è stato concesso il visto per il Regno Unito. I fornitori della casa devono superare uno screening di base e le camere offerte devono soddisfare determinati standard. Secondo un recente sondaggio, quasi il 20% dei 67 milioni di cittadini britannici sarebbe disposto a offrire ai rifugiati ucraini un rifugio nelle proprie case.

Visa

Inoltre Sistemazione per l’Ucrainaregime, il governo britannico ha allentato la sua politica nazionale in materia di visti. Gli ucraini che hanno un parente nel Regno Unito ora possono richiedere più facilmente il ricongiungimento familiare. Finora sono stati rilasciati circa 4.000 visti attraverso questo canale. Il ministro dei conservatori Michael Gove ha affermato che si potrebbero spendere “decine di migliaia” in più.

In base al regime dei visti, gli ucraini possono rimanere per almeno tre anni, avere accesso all’assistenza sanitaria britannica e avere il diritto al lavoro. I comuni locali ricevono oltre 10.000 sterline per ogni rifugiato che ricevono nella loro zona. Le fondazioni locali e le ONG vengono utilizzate per aiutare a far incontrare i fornitori di alloggi con i rifugiati.

Politica rigida

La politica dei visti del Regno Unito è stata messa a dura prova nelle ultime settimane. A differenza dei paesi europei in cui i confini sono aperti, il governo ha mantenuto severi requisiti di ingresso. Il ministro dell’Interno Priti Patel è stato preso di mira quando è emerso che l’ufficio del registro del Regno Unito, aperto nella città costiera francese di Calais, stava rimandando i rifugiati a Parigi e Bruxelles per sistemare le loro carte.

READ  Un musulmano francese viaggia dalla Francia alla moschea di Al Aqsa a Gerusalemme | Eccezionale

Il governo francese lo ha definito un approccio “disumano”. Le condizioni sono state ora allentate e i rifugiati ucraini possono richiedere un visto per il Regno Unito online.

Ville per profughi?

Lo stesso ministro che Sistemazione per l’Ucrainail coordinatore del programma Michael Gove ha suggerito un piano alternativo durante il fine settimana che ha causato scalpore. Ha detto che prevede di aprire le ville e molte proprietà degli oligarchi russi attualmente sotto sanzioni ai rifugiati.

Un gruppo di attivisti ha quasi immediatamente ascoltato l’idea occupando una villa di 50 milioni di persone in piazza Belgrave questo pomeriggio e decorandola con bandiere e striscioni ucraini con la scritta “Liberati dai russi” e “Putin vaffanculo”.

Gli squatter affermano di voler utilizzare la villa per ospitare i profughi ucraini. Si ritiene che la proprietà da 1 milione di dollari appartenga all’oligarca russo Oleg Deripaska, che è stato nell’elenco delle sanzioni britanniche dalla guerra in Ucraina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *