I paesi escono dalla riunione del G20 per la partecipazione della Russia | Finanziario

Funzionari di Canada, Regno Unito e Stati Uniti hanno abbandonato l’incontro quando un rappresentante russo ha parlato, hanno riferito fonti all’agenzia di stampa Reuters. L’azione ha rivelato crescenti divisioni sulla continua presenza della Russia nell’organo consultivo.

Una delle misure adottate dal ministro delle finanze canadese Chrystia Freeland aveva già indicato che gli incontri di Washington erano volti a sostenere l’economia globale. “L’invasione illegale dell’Ucraina da parte della Russia è una seria minaccia per l’economia globale”, ha affermato su Twitter. Ha aggiunto che la Russia non dovrebbe partecipare.

“Le democrazie mondiali non rimarranno a guardare di fronte alla continua aggressione russa e ai crimini di guerra. Oggi, il Canada e alcuni dei nostri partner democratici si sono ritirati dalla plenaria del G20 quando la Russia ha cercato di intervenire”, ha affermato Freeland.

dannazione

Un portavoce della delegazione britannica ha affermato che continuerà a lavorare con i suoi alleati per condannare con la massima fermezza la guerra della Russia contro l’Ucraina. Gli inglesi stanno anche spingendo per un maggiore coordinamento internazionale per punire la Russia.

Secondo quanto riferito, il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen ha detto ai presenti di disapprovare la presenza di un alto funzionario russo alla riunione. Secondo quanto riferito, Yellen è stata una di quelle che hanno abbandonato la riunione, insieme al governatore della Banca d’Inghilterra Andrew Bailey e altri.

La presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde ha esortato quel funzionario russo, il viceministro delle finanze Timur Maksimov, a inviare un messaggio chiaro a Mosca. Secondo lei, la guerra in Ucraina deve finire immediatamente.

READ  La tempesta provoca danni senza precedenti in Canada, la ripresa richiede mesi | ADESSO

Controverso

I ministri delle finanze ei presidenti delle banche centrali dei paesi del G20 si incontrano a Washington. L’invasione russa dell’Ucraina ha reso controversa la partecipazione russa alle riunioni del G20. Ad esempio, il mese scorso il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha chiesto l’espulsione del paese dal G20.

Nella riunione del G20 di mercoledì, la Russia ha esortato a non politicizzare il dialogo tra gli Stati membri. Il ministro delle finanze russo Anton Siluanov ha avvertito i paesi presenti dei rischi di minare la fiducia nel sistema finanziario e monetario globale, secondo l’agenzia di stampa RIA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *