I pezzi forti della scuderia radicale di Trump sono andati male nelle gare, e adesso?

Stampa associata

Notizie ONS

  • Dick Jansen

    scrittore all’estero

  • Dick Jansen

    scrittore all’estero

L’ex presidente Trump rinvierà l’annuncio della sua candidatura per le elezioni presidenziali del 2024? Nessuno lo sa con certezza, ma ciò che è chiaro è che i risultati delle elezioni di medio termine sostituiscono la precedente dichiarazione di Trump secondo cui farà un “annuncio molto importante” la prossima settimana. vai a faredisturbato.

Secondo quanto riferito, Trump si è anche consultato con i suoi consiglieri, anche se dice pubblicamente che va tutto bene e le elezioni sono a Buona fortuna essere.

Lo riferiscono i media statunitensi nel cerchio attorno all’ex presidente pressione si esercita ad aspettare almeno fino alle elezioni straordinarie del 6 dicembre in Georgia. Quindi sarà probabilmente determinato quale partito ottiene il potere al Senato.

nessuna onda rossa

Il motivo dei nuovi dubbi è il risultato deludente che i repubblicani hanno riservato alle elezioni. Mentre la Camera dei Rappresentanti dovrebbe riconquistare una maggioranza repubblicana, l’attesissimo ‘onda rossa‘ di. L’acquisizione repubblicana della Camera è in netto contrasto con le precedenti sanzioni di presidenti democratici come Obama nel 2010 e Clinton nel 1994.

Quindi, nonostante la prevista perdita della Camera e la continua incertezza sul fatto che i Democratici rimarranno al Senato, il presidente Biden è ancora visto come il vincitore.

Centrotavola

Ma non solo, molte scuderie radicali dei capolavori di Trump hanno dimostrato di essere poco performanti nelle loro gare. Con il loro messaggio ripetuto che l’ex presidente Trump in realtà non ha perso affatto le elezioni del 2020 e che i Democratici stanno commettendo frodi elettorali, non hanno solo fallito alle elezioni del Congresso. Anche gli sforzi per ottenere importanti governatorati e altre posizioni influenti, come il capo delle elezioni statali, sono falliti.

READ  "I russi stanno perdendo terreno a Severodonetsk, città divisa in due"

Ad esempio, i candidati al Senato sostenuti personalmente da Trump sono morti, come il medico televisivo Mehmet Oz in Pennsylvania e Don Bolduc nel New Hampshire; Il politico preferito di Trump per il governatore dell’Arizona, l’ex conduttrice di Fox TV Kari Lake, non è ancora sicuro di una vittoria ed era il repubblicano a tutto tondo Brad Raffensperger segretario di Stato rieletto dalla Georgia.

Raffensperger non si è inchinato quando Trump inizio gennaio 2021 per ulteriori 11.780 voti, per plasmare ulteriormente il risultato finale in quello stato.

E con questo, ora è apertamente dubitato se Trump debba ancora guidare il Partito Repubblicano. Il dubbio è ulteriormente accresciuto dal successo del governatore repubblicano della Florida Ron DeSantis. La sua clamorosa vittoria in Florida, e in particolare l’acquisizione da parte dei repubblicani dell’ex roccaforte democratica del distretto di Miami-Dade, hanno dato nuova vita al partito. prospettiva.

Un’agenda conservatrice radicale, fatta di divieti di libri, contro il “wokismo” e per dure misure anti-migrazione si è dimostrata efficace anche nelle mani di un politico diverso dallo stesso Trump. Il messaggio di Trump senza Trump sembra andare meglio.

Supporto contro i venti e le maree

Eppure, nonostante tutti i dubbi sul suo ruolo di leader nel partito, non è certo il caso che Trump debba essere radiato dall’albo. Si è già pensato, e sperato da molti avversari, che si stesse dirigendo verso la sua caduta. Dopo l’annuncio del prendilo per la figavideo, la sua perdita nel 2020 e dopo aver preso il Campidoglio, molti pensavano erroneamente che Trump avesse trovato la sua Waterloo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *