La pesca e lo scarico di migranti illegali in Italia è un grande affare

Le navi di soccorso nel Mediterraneo che prelevano i migranti al largo delle coste della Libia e salpano per l’Unione Europea si stanno gradualmente trasformando in una flotta. Chi paga queste navi? Quali organizzazioni sono attive? Il ruolo della lotteria del codice postale olandese è ancora una volta sorprendente. Organizzazioni non governative Attraverso numerosi siti Web con i dati dei transponder delle navi marittime, chiunque lo desideri può rintracciare le navi delle organizzazioni non governative (ONG) che caricano i migranti al largo delle coste del Nord Africa. Il…

Le navi di soccorso nel Mediterraneo che prelevano i migranti al largo delle coste della Libia e salpano per l’Unione Europea si stanno gradualmente trasformando in una flotta. Chi paga queste navi? Quali organizzazioni sono attive? Il ruolo degli olandesi Lotteria del codice postale spicca di nuovo.

Organizzazioni non governative

Attraverso numerosi siti Web con dati sui transponder delle navi marittime, chiunque lo desideri può rintracciare le navi di organizzazioni non governative (ONG) che caricano migranti al largo delle coste del Nord Africa. Le ONG sono molto ben organizzate e lavorano a stretto contatto con i trafficanti. I siti web delle ONG competenti contengono anche opuscoli politici sulla politica dell’Unione europea nei confronti dei migranti che cercano di entrare nell’UE. Tutte queste ONG sono favorevoli all’apertura delle frontiere. I loro nemici sono l’agenzia per la sicurezza delle frontiere Frontex e soprattutto la guardia costiera e le autorità portuali italiane e maltesi.

Nei giorni scorsi, la nave di soccorso di Medici Senza Frontiere Paesi Bassi ha fatto notizia quando il governo italiano ha rifiutato di sbarcare migranti non vulnerabili nel porto di Catania. Alla nave era stato più volte negato l’accesso al porto. Ma alla fine è stato autorizzato a sbarcare ea permettere lo sbarco solo di migranti vulnerabili (donne incinte, bambini, ecc.). Successivamente, il capitano della nave di salvataggio ha rifiutato di lasciare il porto con la sua nave.

La nave in questione, la Geo Barents, stava navigando sotto bandiera norvegese e gli italiani avrebbero detto loro di lasciare le centinaia di migranti in Norvegia. La portavoce di Medici senza frontiere Paesi Bassi ha detto alla radio che il governo italiano voleva costringere altri paesi europei ad accogliere alcuni dei migranti illegali e quindi forzare una dispersione. Questa inquadratura non ha ricevuto risposta dai media. Tuttavia, questa interpretazione è sbagliata.

Fonti

Tutti sanno che la tratta di esseri umani è un affare molto redditizio. Ma chi finanzia le navi di soccorso e perché?

Ci sono risorse per indagare su questo. In termini di sussidi europei, il database Sistema di trasparenza finanziaria una tale fonte. In termini di attività di lobbying, il registro per la trasparenza dell’UE e il registro della lobby risorse affascinanti. I rapporti annuali sui siti web delle ONG o nei database del governo sono una terza fonte. Un esempio è il Bilancio della Banca nazionale del Belgio. I giudizi di la corte di giustizia dell’Unione Europea sono anche una fonte. Naturalmente integrato da siti Web di localizzazione delle navi o altre fonti digitali.

READ  L'incredibile storia della suora italiana vincitrice di 'The Voice'

Il Geo Barents di Medici Senza Frontiere

Secondo il rapporto annuale, Medici senza frontiere Paesi Bassi ha salvato 1.903 persone nel Mar Mediterraneo nel 2021. Questa volta sul Geo Barents c’erano 597 migranti illegali. Quanto questo costo non è chiaro. È un’azione molto mediagenica. La spesa totale per gli aiuti di MSF è stata di 276,2 milioni di euro nel 2021, con un aumento di 32,8 milioni di euro.

I ricavi sono invece aumentati di 50,1 milioni di euro a 363,1 milioni di euro. Il cinque percento o 17,5 milioni di euro di tali entrate proveniva dalla lotteria dei codici postali (ricorda quel nome, come appare più volte in questa storia). L’uno per cento, o 4,35 milioni di euro, proveniva da donatori istituzionali e solo il 17 per cento da individui. Il 77% proveniva da altre organizzazioni di Medici Senza Frontiere per motivi fiscali per finanziare progetti. Insieme a donatori privati, aziende e altre ONG hanno donato ciascuno due milioni di euro.

MSF afferma che la nave di soccorso Geo Barents è “la loro stessa nave”. Tuttavia, batte bandiera norvegese ed è registrato come di proprietà della compagnia petrolifera e del gas norvegese Uksnoy & Co.

Dal 2015 MSF ha aiutato oltre 80.000 migranti nel Mediterraneo con ‘salvataggi e trasferimenti‘, o salvataggi e trasferimenti. La spesa per questo “passaggio clandestino” è passata da 3,9 milioni di euro a 6,6 milioni di euro nel 2021. Sono quasi 3.500 euro per migrante clandestino che Medici Senza Frontiere ha trasferito nel 2021.

Budget annuale di 1,9 miliardi di euro

MSF è un’organizzazione complessa. Secondo il registro per la trasparenza dell’UE, l’intero gruppo di Medici Senza Frontiere Internazionale (Médecins Sans Frontières International) un budget annuale di 1,9 miliardi di euro nel 2021. Il gruppo MSF pubblica anche un rapporto annuale. Ci sono molte letture interessanti lì dentro. In totale, tutte le organizzazioni nazionali di MSF possiedono 124 milioni di euro di edifici e 84 milioni di euro di terreni. Lo stipendio più alto in Belgio è 113.789 euro e nei Paesi Bassi 129.898 euro. Il CEO di MSF International ha guadagnato 173.592 euro all’anno.

La nave Open Arms Uno salpa grazie alle sovvenzioni dell’UE

La nave di salvataggio Open Arms Uno della ONG spagnola Fundacio PROA (Pro-Asset Open Arms) si crede che sia un regalo del filantropo argentino di origine italiana Enrique Piñeyro. Ci sono normalmente 300 ormeggi sulla nave che è stata commissionata la scorsa estate. L’ONG Solidaire de Piñeyro lavora con Open Arms. Da un lato, sorvola il Mar Mediterraneo. D’altra parte, organizza voli umanitari verso, tra gli altri, il Mozambico e l’India. Questo viene fatto con un Boeing 787-8 Dreamliner registrato P4-787. Con questo aereo, Piñeyro trasporta anche i rifugiati da un paese all’altro. L’Open Arms Uno ha raccolto 1.257 migranti e li ha trasportati nell’Unione Europea nel 2021 in quattro “missioni”.

READ  Croazia, al confine tra Europa e Balcani | Ministeri

Il fatturato nel 2021 di Open Arms è stato di 4,7 milioni di euro. Dei 3,5 milioni di euro di donazioni, ben 1,44 milioni di euro sono arrivati ​​dalla Commissione Europea (contro gli 1,8 milioni di euro stanziati nel 2021). Questi soldi provenivano da Fondo Asilo, migrazione e integrazione (AMIF) della Direzione Generale Migrazione e Affari Interni. Ad esempio, la Commissione europea contribuisce in modo significativo alla miseria che sostiene di combattere.

Umanità 1 di SOS Umanità-SOS Mediterraneo

La nave di soccorso tedesca Humanity 1 (precedentemente nota come Sea-Watch 4 da un’altra ONG) è un’ex nave governativa tedesca. Sta ancora navigando sotto bandiera tedesca da Kiel. Il 19 agosto 2022 è stato battezzato dopo un’ampia ristrutturazione nella città portuale spagnola di Vinaròs. L’ONG SOS Humanité è l’attuale proprietario. Tra il 2015 e il 2021, questa ONG, sotto il nome di SOS MEDITERRANEE Germania, ha già raccolto 34.631 migranti dal Mar Mediterraneo e li ha trasportati nell’Unione Europea. Prima con la nave Aquarius e poi con una nave più grande chiamata Ocean Viking (che è stata sdoganata martedì a Marsiglia dopo venti giorni in mare per scaricare il carico umano).

Il nuovo nome di questa ONG tedesca è SOS Umanità – SOS MEDITERRANEE Deutschland eV Secondo il proprio annuncio nel registro delle lobby del governo tedesco, la ONG ha ricevuto da 90.000 a 100.000 euro dalla città di Monaco nel 2021. Ha ricevuto da 20.000 a 30.000 euro dal programma delle Nazioni Unite per i rifugiati. Nel suo rapporto annuale 2020, l’ONG ringrazia Monaco di Baviera per aver quasi raddoppiato 100.000 euro a sostegno delle donazioni dei residenti di Monaco per un totale di 241.933 euro. Questi importi non sono così impressionanti.

Lotteria del codice postale tedesco

Tra i donatori di SOS Humanité c’è il Lotteria del codice postale tedesco (parte della lotteria del codice postale nei Paesi Bassi). Il registro della trasparenza dell’UE ha mostrato che l’organizzazione avrà un budget annuale di poco meno di dieci milioni di euro nel 2021.

Il rapporto annuale 2020 affermava che il 91% dei migranti “salvati” dall’Ocean Viking erano uomini e il 9% erano donne. Di 903 persone, 642 erano sicuramente adulti. Il 29% sarebbero minorenni, compresi quindici bambini di età inferiore ai cinque anni.

READ  Revival 19/3: il Belgio abbassa le accise sul carburante • Milano-Sanremo Cycling Classic

Il nuovissimo Sea-Watch 5 di Sea-Watch

La ONG tedesca Sea-Watch eV, che ha venduto la sua vecchia nave a SOS Humanity, ha battezzato la nuova nave Sea-Watch 5 ad Amburgo il 5 novembre 2022. L’ONG possiede anche due aerei, Seabird 1 e Seabird 2. Secondo il Registro delle lobby del governo tedesco, questa ONG riceve tra 1.020.001 e 1.030.000 di euro dalla Lotterie del codice postale DT gGmbH. Ancora una volta la filiale tedesca della Dutch Postcode Lottery (nota per aver sponsorizzato ONG di sinistra verde con programmi altamente politici). La ONG è guidata dall’architetto navale Johannes Bayer.

Sea-Watch persegue anche azioni legali contro i porti italiani per eludere ogni tipo di legislazione e quindi anche sanzioni italiane o maltesi. Ad esempio, una questione pregiudiziale è stata recentemente sottoposta alla Corte di giustizia dell’UE da diversi tribunali amministrativi siciliani (cause C14 e C-15/21). La sentenza è seguita il 21 ottobre 2022. Apparentemente Sea-Watch ha perso. La direttiva 2009/16/CE, sul controllo dello Stato di approdo, si applica alle navi classificate e certificate come navi da trasporto dallo Stato di bandiera. In pratica, tuttavia, sono abitualmente utilizzati da un’organizzazione umanitaria per “attività di ricerca e soccorso non commerciali di persone in pericolo o in pericolo in mare”.

Sea-Eye 4 di Sea-Eye pagato da altre ONG

Una terza ONG tedesca che sta recuperando migranti nel Mediterraneo è Sea-Eye ev Questa ONG riceve molto sostegno dagli ex comunisti della RDT e dalla sinistra verde. Anche i politici socialisti (SPD) sostengono apertamente la ONG. Il loro ex portavoce Julian Pahlke è stato persino eletto per Bündnis 90/Die Grünen nel parlamento del Land della Bassa Sassonia. Sea-Eye 4 è già la loro quarta nave di soccorso. Naviga sotto bandiera tedesca dalle Isole Baleari. In origine era una nave da rifornimento sul Mar Baltico. A fine 2020, la ONG tedesca United4Rescue ha finanziato questa nave con 857.000 euro. La nave trasportava 800 migranti nel novembre 2021. Le autorità italiane hanno trattenuto la nave per guasti tecnici. Questo è il motivo di uno dei casi per cui quest’altra Ong tedesca Sea-Watch è andata in tribunale a Palermo.

United4Rescue aveva 1,6 milioni di euro in contanti nel 2021, secondo il suo rapporto annuale, e ha realizzato un profitto di 867.846,99 euro.

Una cosa è chiara. Le navi di soccorso sono apparentemente buone per la raccolta di fondi. La Lotteria dei codici postali, in particolare, sembra essere disposta a scommettere milioni sull’imposizione di una politica di frontiera aperta attraverso il traffico organizzato di esseri umani. Le ONG prosperano e sfruttano il flusso di denaro per importare migranti illegali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *