Il cane da guardia degli Stati Uniti cerca di bloccare l’acquisizione di Activision da parte di Microsoft attraverso il tribunale |  All’estero

Il cane da guardia degli Stati Uniti cerca di bloccare l’acquisizione di Activision da parte di Microsoft attraverso il tribunale | All’estero

Il cane da guardia degli Stati Uniti cerca di bloccare l’acquisizione di Activision da parte di Microsoft attraverso il tribunale |  All’estero

La Federal Trade Commission (FTC) vuole bloccare l’acquisizione da parte di Microsoft del fornitore di videogiochi Activision Blizzard con l’aiuto di un ordine del tribunale di emergenza. Secondo il regolatore statunitense, Microsoft guadagnerebbe troppo potere a seguito dell’acquisizione.

Microsoft e Activision Blizzard avevano precedentemente annunciato il controverso accordo da un miliardo di dollari nel gennaio 2022. La società di computer vuole mettere sul tavolo quasi 69 miliardi di dollari per lo sviluppatore ed editore di giochi, creatore dei giochi per computer Call of Duty, World of Warcraft e Candy Crush. , tra gli altri. Si tratta della più grande acquisizione mai realizzata nella storia del colosso americano del software.

Subito dopo la diffusione della notizia, sono emersi timori che l’accordo avrebbe sconvolto il settore. Con Xbox, Microsoft ha una propria console di gioco e potrebbe riservare nuovi giochi di Activision e nomi affermati esclusivamente per la sua console e i suoi servizi cloud, a scapito delle rivali giapponesi Sony con la sua Playstation e Nintendo con la sua Switch, o l’offerta a condizioni molto peggiori . condizioni ai suoi concorrenti.

Concorrenza sleale

La FTC aveva precedentemente intentato una causa per problemi di concorrenza a dicembre, ora è stata presentata una mozione al tribunale federale per impedire che l’accordo vada avanti. Il dirigente di Microsoft Brad Smith ha precedentemente affermato che la sua azienda “non vede l’ora di discutere la questione in tribunale”.

L’acquisizione è controversa anche al di fuori degli Stati Uniti. Il cane da guardia della concorrenza britannico ha posto il veto all’accordo ad aprile. Le autorità garanti della concorrenza dell’UE, d’altra parte, hanno approvato l’accordo il mese scorso con condizioni.

READ  Il chatbot AI Claude può "leggere" un intero libro in 1 minuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *