Il capo di Wagner avverte della rivoluzione in Russia: “I leader militari hanno sbagliato”

Il capo di Wagner avverte della rivoluzione in Russia: “I leader militari hanno sbagliato”

Internazionale25 maggio.’23 08:56Modificato il 25 maggio ’23 09:18Autore: Aaron Loupatty

Ancora una volta, il fondatore dell’esercito mercenario del Gruppo Wagner ha inseguito il Cremlino. Yevgeny Prigozhin critica le mire belliche del presidente russo Vladimir Putin e mette in guardia contro una rivoluzione come la Russia già vissuta nel 1917.

Teme inoltre che la prossima offensiva ucraina possa causare nuovi problemi ai russi. “Molto probabilmente, questo scenario non andrà bene per la Russia, quindi dobbiamo prepararci per una guerra pesante”.

“I capi militari hanno fatto un casino”

Yevgeny Prigozhin, leader del gruppo Wagner

Ha attaccato in particolare l’élite russa. Ad esempio, avverte che “se i russi comuni devono continuare a mettere i propri figli nelle bare”, mentre i bambini d’élite “continuano a scuotere il sedere”, la situazione potrebbe degenerare “come nel 1917 con una rivoluzione”. . “Prima i soldati si alzeranno, poi i loro parenti. Ci sono decine di migliaia di parenti tra loro, e probabilmente ce ne saranno centinaia di migliaia. Dice anche che i capi militari russi hanno “sbagliato” diverse volte Ha anche afferma che l’obiettivo di smilitarizzare l’Ucraina è fallito.

Segui le ultime notizie sulla guerra in Ucraina in questo live blog

Le osservazioni di Prigozhin arrivano in un momento decisivo, mentre le sue truppe cercano di lasciare la città ucraina di Bashmut in modo che l’esercito russo possa riprendere le posizioni. Afferma per la seconda volta che Bachmut è caduto, ma sa che una settimana fa l’esercito ucraino ha lanciato un’offensiva sui fianchi. Quindi potrebbe aver sospettato che alla fine le cose non stessero andando così bene e forse si è detto: “Ora, pianta subito quella bandiera e toglila”, perché così può sempre incolpare l’esercito per una sconfitta”, pensa l’ex comandante dell’esercito Mart de Kruf.

Leggi anche | Wagner subisce pesanti perdite: “Diecimila prigionieri morti”

Russia sulla difensiva

L’ex comandante osserva che Prigozhin potrebbe essere uno dei primi leader russi di spicco che, dopo aver “valutato la forza ucraina per un anno e mezzo, si rende conto di avere davvero un problema”. “Ciò significa che come esercito russo devi pensare attentamente a come uscirne, perché un’offensiva non funzionerà”. In effetti, sono sulla difensiva.

Prigozhin è da tempo in contrasto con il Cremlino. Il leader wagneriano ha problemi soprattutto con il ministero della Difesa russo da tempo. In precedenza aveva affermato che il ministero stava bloccando la fornitura di armi alle truppe di Wagner. Mercoledì Prigozhin ha anche annunciato di aver perso più di 20.000 soldati nella battaglia di Bachmut.

Ancora una volta, il fondatore dell'esercito mercenario del Gruppo Wagner ha inseguito il Cremlino.  Yevgeny Prigozhin critica le mire belliche del presidente russo Vladimir Putin e mette in guardia contro una rivoluzione come la Russia già vissuta nel 1917.
Ancora una volta, il fondatore dell’esercito mercenario del Gruppo Wagner ha inseguito il Cremlino. Yevgeny Prigozhin critica le mire belliche del presidente russo Vladimir Putin e mette in guardia contro una rivoluzione come la Russia già vissuta nel 1917. (ANP/Zuma Press)
READ  Il watchdog nucleare dell'AIEA rimarrà nella centrale nucleare di Zaporizhzhia "per qualche tempo" ORA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *