Il Manchester City regala il quinto titolo in sei anni in più con la vittoria sul Chelsea con la squadra B |  calcio straniero

Il Manchester City regala il quinto titolo in sei anni in più con la vittoria sul Chelsea con la squadra B | calcio straniero

Con filmatoIl Manchester City è già diventato campione della Premier League sabato sera, dopo che il numero due dell’Arsenal ha perso 1-0 in casa del Nottingham Forest. Stasera la squadra di coach Pep Guardiola ha festeggiato il suo quinto scudetto in sei anni con i tifosi all’Etihad Stadium, battendo il Chelsea 1-0.

Pep Guardiola ha deciso di giocare con una squadra B dopo che le sue grandi stelle hanno battuto il Real Madrid 4-0 nelle semifinali di Champions League mercoledì scorso. Julián Álvarez ha segnato il gol della vittoria dopo dodici minuti su passaggio di Cole Palmer. Anche il 23enne argentino pensava di segnare il 2-0 dopo 71 minuti, ma quella festa è stata annullata quando Riyad Mahrez ha messo la sua mano prima del suo assist con quel gol.

Il Chelsea ha avuto altre due grandi possibilità di segnare l’1-1 con Raheem Sterling, ma il 28enne attaccante non è riuscito a segnare contro il club con cui ha vinto quattro scudetti. Subito dopo il fischio finale, i giocatori di City e Chelsea si sono precipitati nel tunnel mentre migliaia di tifosi si sono riversati in campo per festeggiare.

ANP/EPA
© ANP/EPA

Altre due finali a giugno

È stata la 28esima vittoria del Manchester City in 36 presenze in campionato, un numero che l’Arsenal alla fine si è rivelato incapace di eguagliare. La giovane squadra di Coach Mikel Arteta era in testa alla Premier League dopo 31 turni, ma ora è a sette punti dai campioni.

READ  Ten Hag tace su Frenkie de Jong e spera che Ronaldo rimanga | Calcio

Il Manchester City giocherà altre due trasferte la prossima settimana. Prima la partita di recupero al Brighton & Hove Albion mercoledì sera e domenica prossima l’ultima giornata al Brentford di Londra. La domanda è se il City sarà ancora in competizione per chiudere la stagione con 94 punti. Dopo le ultime due partite di campionato seguiranno altre due finali importanti. Prima sabato 3 giugno (ore 16) la finale di FA Cup contro il Manchester United a Wembley e una settimana dopo la finale di Champions League a Istanbul contro l’Inter, il club dei difensori arancioni Denzel Dumfries e Stefan di Vrij.




Guardiola ei suoi giocatori hanno già fatto la storia della Premier League con un terzo titolo consecutivo e un quinto titolo in sei anni, ma non possono diventare davvero immortali fino a giugno. L’unico club inglese che finora è riuscito a vincere il triplete è stato il Manchester United nella stagione 1998/1999.

READ  LIVE Test F1: Leclerc sbatte su un tombino, sessione del mattino sospesa - Hamelin Prog

612 milioni di euro di nuovi giocatori

Il Chelsea, numero dodici in Premier League, finirà nella giusta serie di Premier League per la prima volta dalla stagione 1995/1996. Il club londinese ha speso non meno di 612 milioni di euro su 23 nuovi giocatori sotto la guida del proprietario americano Todd Boehly in questa stagione, ma tutto è andato a vuoto. All’inizio di questa stagione, Thomas Tuchel era già stato licenziato e sostituito da Graham Potter (del Brighton), ma nonostante un contratto quinquennale, è stato ucciso all’inizio di aprile dopo solo dodici vittorie in 31 partite. Sotto l’icona del club Frank Lampard, le cose sono solo peggiorate negli ultimi due mesi con non meno di sette sconfitte in nove partite.

Probabilmente anche il Chelsea non dovrebbe contare su un buon finale di stagione, perché la prossima settimana ci sono ancora duelli con il numero quattro del Manchester United (martedì sera all’Old Trafford) e il numero tre del Newcastle United (domenica allo Stamford Bridge) all’ultima puntata. della stagione una stagione drammatica. Il Chelsea può anche finire quattordicesimo con due sconfitte, stando ai risultati di Wolverhampton Wanderers e West Ham United che sono già salvi.


Raheem Sterling ha sprecato un'occasione per 1-1 contro la sua ex squadra dopo 33 minuti.
Raheem Sterling ha sprecato un’occasione per 1-1 contro la sua ex squadra dopo 33 minuti. ©AFP



Guarda i nostri video della Premier League qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *