Il Norse Atlantic 787 funziona per ore

Il Norse Atlantic 787 funziona per ore

Un Boeing 787 della Norse Atlantic Airways stava tornando a Londra Gatwick l’altro ieri dopo essere stato colpito da un fulmine. Prima che l’aereo mettesse le ruote a terra, ha fatto i giri necessari.

La macchina, targata G-CKOF, ha lasciato l’aeroporto in Inghilterra alle 13:15 ora locale in direzione di Los Angeles. Il 787 è decollato in direzione ovest prima di proseguire attraverso il Regno Unito fino alla città degli Stati Uniti. Durante il tragitto, però, l’aereo è stato colpito da un fulmine. Non ha causato grossi problemi. Il 787, che è uno dei velivoli più recenti, è realizzato in composito. Questo materiale non è conduttivo, quindi i componenti sono dotati di una sottile rete di rame che conduce l’elettricità da un impatto a un parafulmine alle estremità di un aereo, comprese le estremità alari.

Dopo il fulmine, il 787 ha sorvolato più volte il Regno Unito e il Mare del Nord © Flightradar24.com

Sorvolando la terraferma e il Mare del Nord

Le macchine interessate tornano con una certa regolarità per essere controllate. Anche i piloti del 787 hanno optato per un’ispezione. Secondo i dati di Flightradar24 A un’altitudine di poco meno di cinque miglia a ovest di Cambridge, l’aereo fece due cerchi prima di volare verso il Mare del Nord. Lì, il Dreamliner ha compiuto altri dieci giri per scaricare carburante a un’altitudine di due chilometri. L’aereo si è poi allineato per atterrare a Londra Gatwick, due ore e mezza dopo la partenza. I servizi di emergenza stavano aspettando sulla pista di rullaggio dell’aeroporto secondo singolo volo. Non è noto se siano stati osservati danni al 787. I passeggeri sono stati caricati su un aereo sostitutivo che è partito per Los Angeles intorno alle 21:00.

READ  Ma quale sarà il nuovo programma di Matthijs van Nieuwkerk?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *