Il parlamento polacco approva una legge molto controversa che smantella la camera disciplinare |  ADESSO

Il parlamento polacco approva una legge molto controversa che smantella la camera disciplinare | ADESSO

Il parlamento polacco ha approvato una legge volta a porre fine a un prolungato conflitto con l’Unione europea. La nuova legge smantella la controversa camera disciplinare dei giudici polacchi.

La camera disciplinare ha effettivamente autorizzato il governo polacco a interferire nell’amministrazione della giustizia. La Camera disciplinare può sospendere i giudici, ridurre i loro stipendi o revocare la loro immunità affinché possano essere perseguiti.

L’istituto sarà notevolmente alleggerito con la nuova legge: i casi disciplinari saranno ora gestiti da giudici ciascuno selezionato a sorte. Il presidente polacco Andrzej Duda ha affermato di sperare che la nuova legge possa risolvere la controversia con Bruxelles.

Secondo la Commissione europea, la camera disciplinare era contraria all’indipendenza della magistratura in Polonia. Sebbene la Corte di giustizia europea si sia pronunciata a favore di Bruxelles, i giudici polacchi hanno deciso diversamente. Hanno sostenuto che il diritto nazionale dovrebbe avere la precedenza sul diritto europeo. Così i polacchi mantennero la camera disciplinare.

L’UE ha deciso di punire la Polonia con multe e misure finanziarie, che si sono rivelate più efficaci. In ottobre I giudici europei hanno stabilito che la Polonia deve pagare 1 milione di euro al giorno per il mantenimento della camera disciplinare.

Il Paese ha chiesto una dilazione di pagamento a metà gennaio perché era già in procinto di demolire la commissione disciplinare. La Commissione Europea ha quindi annunciato che avrebbe ridotto il flusso di sussidi. L’UE ha bloccato miliardi di euro in aiuti per la corona.

READ  Morti e cinque feriti dopo il crollo del parcheggio di Manhattan | All'estero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *