Il politico dell’opposizione bielorussa si è trasferito nell’unità di terapia intensiva

AFP

Notizie ONS

L’avversaria bielorussa Maria Kolesnikova, che sta scontando una lunga pena detentiva, è stata ricoverata in terapia intensiva. Lo riferisce via Telegram l’opposizione bielorussa. Secondo quanto riferito, Kolesnikova è stata portata in un ospedale nella città sudorientale di Gomel.

Non si conosce il motivo per cui è stata portata in terapia intensiva. Secondo il canale Telegram del membro dell’opposizione Viktor Babariko, il politico 40enne è stato recentemente rinchiuso in una “cella di punizione” separata. Non si sa perché sia ​​stata punita e per quanto tempo sarebbe durata questa punizione.

L’anno scorso Kolesnikova è stata condannata a 11 anni di carcere per il suo coinvolgimento nelle proteste di massa del 2020 contro il regime del presidente Lukashenko.

Kolesnikova è una critica aperta di Lukashenko, che è al potere dal 1994. Le autorità volevano espellere Kolesnikova dal paese nel settembre 2020, ma lei ha rifiutato. Al confine con l’Ucraina, ha strappato il suo passaporto. Da allora è bloccata.

“Molto inquietante”

Svetlana Tichanovskaya, leader dell’opposizione bielorussa in esilio in Lituania, ha definito la notizia “profondamente inquietante”. “Il suo avvocato non può vederla. Non possiamo scoprire come sta e dobbiamo assicurarci che riceva l’aiuto adeguato”, ha scritto su Twitter.

La maggior parte degli attivisti bielorussi è fuggita dal Paese, ma molti sono anche in prigione. Le proteste contro Lukashenko sono iniziate dopo le elezioni presidenziali fraudolente, in cui Lukashenko ha rivendicato la vittoria. Poi sono scoppiate manifestazioni in tutto il paese. Migliaia di persone sono state arrestate.

READ  Come fai a sapere se questo è davvero un video di soldati russi che scherzano sull'Ucraina?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *