Il ristorante De Drommedaar a Emmen chiuderà immediatamente i battenti.  Il ripristino è stato annullato.  “Ho dovuto tirare il freno di emergenza”

Il ristorante De Drommedaar a Emmen chiuderà immediatamente i battenti. Il ripristino è stato annullato. “Ho dovuto tirare il freno di emergenza”

Il ristorante De Drommedaar a Emmen chiuderà immediatamente i battenti. L’operatore Wouter van Liere lo ha annunciato giovedì.

Secondo lui, non è stato possibile sopravvivere al periodo corona e alla conseguente crisi energetica, nonostante l’interesse di un candidato all’acquisizione.

“Negli ultimi mesi, ho fatto del mio meglio per provocare un’acquisizione in modo che De Drommedaar fosse perseguito”, ha scritto su Facebook. ,,Ci fu quindi un accordo con un partner rinomato che avrebbe messo in piedi una formula simile a De Drommedaar. Sfortunatamente, la scorsa settimana si è scoperto che la vendita alla fine non può aver luogo.

‘Disperato’

Il ristorante all’ingresso del Rensenpark, buono per una stella Michelin, è stato aperto a dicembre 2018. Inizialmente gli affari andavano bene.

,,Ma quella che era iniziata come una grande ed emozionante avventura si è trasformata in una corsa sfrenata che è diventata ingestibile. Sfortunatamente, ho dovuto quindi tirare il freno di emergenza. Chiusure per coronavirus, carenza di personale nel settore della ristorazione, un forte aumento dei costi in tutti i settori, una crisi energetica che ci riguarda tutti, ma soprattutto la mia salute lascia molto a desiderare. È diventato senza speranza. »

L’edificio di De Drommedaar è servito per anni come ristorante e successivamente come creperie fino a quando non è andato a fuoco nel 2012. Dopo una ristrutturazione, gli uffici del Dierenpark Emmen si sono trasferiti nell’imponente edificio.

READ  Boom degli `` scrocconi '', sono 2.755 e valgono 13.100 miliardi - Last Hour

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *