Il sogno dello studente è andato in frantumi: Amalia rinchiusa in sicurezza per tutta la vita?

Il sogno dello studente è andato in frantumi: Amalia rinchiusa in sicurezza per tutta la vita?

Dentro e intorno alla casa sul canale dove la principessa Amalia sperava di vivere una meravigliosa vita da studentessa con i suoi amici, da settimane c’è stato un silenzio ansioso. Il pavimento che era riservato ad Amalia ha un aspetto triste, osserva Story sul posto. C’è una bicicletta al centro della stanza, uno stendibiancheria inutilizzato e un letto, materasso e coperta, anch’essi chiaramente inutilizzati. Quello che avrebbe dovuto essere il sogno di Amalia di una residenza per studenti è ora solo una discarica molto costosa nel chilometro quadrato più desiderabile di Amsterdam! Anche i coinquilini accuratamente selezionati di Amalia non si trovano da nessuna parte; Story ha dato un’occhiata più da vicino diverse volte la sera e l’edificio era invariabilmente quasi oscurato.

Analisi delle minacce

Una delle cose più frustranti per Amalia è che è impossibile stimare per quanto tempo sarà condannata a una vita di paura e libertà. Story ha parlato con l’esperto di sicurezza Marcel van de Ven, noto a livello nazionale per programmi TV come Kidnapped e Hunted. Come vede Marcel la situazione in cui si trova Amalia? “Dato che è una reale, deve essere già al sicuro.” Ad un certo punto è stato aggiornato. Che si tratti di sicurezza 24 ore su 24, 4-6 persone o 8 o altro”, dice a Story. “Prima che ciò accadesse, è stata effettuata un’analisi delle minacce a monte. Quindi, ad esempio, guardiamo anche a come arrivano le minacce. Per telefono, e-mail o chiama. Finché la minaccia non diminuirà o si può stimare che sia diminuita o addirittura scomparsa, la sicurezza rimarrà – e ciò sarà ovviamente fatto in consultazione con le varie parti. E sì: se sei sfortunato, è per sempre…’

READ  Resti umani trovati nell'area in cui l'attore Julian Sands è scomparso cinque mesi fa | mostrare

speranza silenziosa

Nel suo cuore, Amalia conserverà sempre la silenziosa speranza che un giorno potrà vivere nella sua casa ad Amsterdam. È qualcosa che Marcel crede sia tecnicamente possibile? “La cosa difficile di questo posto è che c’è un movimento costante. Sia sulla strada che sul canale. Il problema è che non puoi chiudere la strada. Penso che abbiano messo dei vetri antiproiettile nella proprietà. Capisco anche l’accesso alle impronte digitali. Quindi solo un numero limitato di persone può entrare nei locali.Le chiavi sono ancora una cosa e le serrature non sono sempre affidabili. Ma con un buon sistema di allarme, ad esempio, puoi proteggerlo. Elettronicamente o fisicamente. Ovviamente lo è vero che se qualcuno con un lanciarazzi si trova dall’altra parte del canale, questo non ti aiuterà più. Un palazzo ha il vantaggio rispetto a questo edificio che è meno facile avvicinarsi.

L’articolo continua dopo l’annuncio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *