Il violento uragano Ian colpisce la Florida: timori di “inondazioni catastrofiche”

Il violento uragano Ian colpisce la Florida: timori di “inondazioni catastrofiche”

Sono state segnalate inondazioni di acqua di mare sulla costa occidentale della Florida. Un milione di persone sono senza elettricità. Il corrispondente Erik Mouthaan: “L’America sta trattenendo il respiro. È un enorme uragano. Sebbene la tempesta si stia indebolendo ora che è sopra terra, il giorno successivo può scaricare fino a mezzo metro di pioggia su un terreno pianeggiante e basso”.

Tornado

Il governatore della Florida Ron DeSantis sta esortando i residenti della Florida a rimanere a casa poiché il livello dell’acqua potrebbe aumentare inaspettatamente rapidamente e persino causare tornado. Ian dovrebbe tornare sulla costa orientale della Florida più tardi oggi.

Si consiglia inoltre ai turisti di Orlando di rimanere nelle loro camere d’albergo, dice l’olandese Fouad a RTL News. Il presidente degli Stati Uniti Biden ha dichiarato lo stato di emergenza per accelerare i soccorsi.

All’inizio di questa settimana, Ian ha avuto due morti a Cuba. L’elettricità è stata interrotta in tutta l’isola.

stagione degli uragani

L’inizio dell’autunno è tradizionalmente la stagione in cui si verificano molti uragani negli Stati Uniti, afferma Erik Mouthaan. “Finora la stagione degli uragani è stata abbastanza piacevole. Lo puoi vedere dal nome di Ian. Ogni anno gli uragani sono nominati, in ordine alfabetico. Normalmente a questo punto sono già arrivati ​​alla M o alla P. Ora solo a Ian” . Ma questo potrebbe rivelarsi un grosso problema, dice il corrispondente.

Ci sono video su Twitter in cui si vede chiaramente la forza di Ian:

La Florida è uno stato densamente popolato, sebbene l’area di Fort Myers sia meno densamente costruita di Tampa, dove originariamente era prevista la tempesta. I canali televisivi americani trasmettono immagini di strade allagate e barche sollevate dalle ancore.

READ  comandante in capo conferma che dietro le esplosioni in Crimea c'era l'Ucraina | ADESSO

In precedenza, a 2 milioni di persone era stato ordinato di lasciare le proprie case, anche se non è chiaro quante di loro lo abbiano effettivamente fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *