In Canada, i resti di altri 182 sono stati trovati vicino a un’ex scuola residenziale per bambini indigeni

Il gruppo indigeno canadese dei Lower Kootenays Lower Egli ha detto per aver scoperto i resti di 182 persone sepolte nei pressi di un’ex scuola residenziale per bambini indigeni vicino a Cranbrook, British Columbia (Canada). Questo è il terzo caso del genere in poco più di un mese. A fine maggio ne era stata scoperta una anche nella British Columbia la tomba del povero con i resti di 215 bambini indigeni ed era stato scoperto la scorsa settimana 751 tombe anonime vicino a un’altra ex scuola residenziale nella provincia del Saskatchewan.

In una dichiarazione, i Lower Kootenays hanno affermato che i corpi sono stati trovati in fosse scavate a circa un metro di profondità vicino alla St Eugene Mission School, che era gestita dalla Chiesa cattolica e operata dal 1912 ai primi anni ’70. Tuttavia, è ancora presto per saperlo se i resti appartengano a bambini indigeni che frequentavano il collegio, anche perché rinvenuti in un cimitero risalente al 1865.

È stato calcolato che a partire dal XIX secolo, più di 150.000 bambini delle Prime Nazioni – il nome con cui vengono chiamati i popoli indigeni del Canada – furono costretti a trasferirsi in scuole residenziali cristiane come questa, dove vivevano e seguivano corsi, ma soprattutto hanno dovuto sottoporsi a rigidi programmi di assimilazione culturale approvati dal governo. Ad oggi non ci sono stime precise, ma si ritiene che migliaia di loro siano morti per malattie, malnutrizione, abbandono o suicidio.

– Leggi anche: La storia delle tombe anonime trovate nel Saskatchewan

READ  Appello di Papa Francesco: "Stiamo affrontando un disastro educativo, troppo papà fa male ai bambini"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *