In Scozia, tamponi, assorbenti e coppette mestruali sono ora gratuiti | ADESSO

Assorbenti, tamponi e coppette mestruali saranno disponibili gratuitamente in Scozia da lunedì. Le donne possono ritirarli in luoghi pubblici come centri sociali, club giovanili e farmacie. La Scozia è il primo paese al mondo a fare questo passo.

Il parlamento scozzese ha deciso nel 2020 di rendere i prodotti gratuiti. Il premier Nicola Sturgeon l’ha definita “una politica importante per donne e ragazze”. Secondo lei, molte donne scozzesi si preoccupano “da dove verrà il loro prossimo assorbente assorbente o prodotto riutilizzabile”.

Quindi è lunedì. Le autorità locali e le istituzioni educative devono offrire gli articoli gratuitamente da quel momento in poi. Dal 2017, i politici hanno stanziato oltre 27 milioni di sterline per preparare i punti di distribuzione a questo scopo. Il piano dovrebbe costare circa 24 milioni di sterline (28,4 milioni di euro) all’anno.

Le donne possono utilizzare l’app PickupMyPeriod per scoprire dove possono andare. Finora, si dice che nell’app siano visibili più di mille posti.

La politica deve prevenire la povertà mestruale

Con il passo, la Scozia vuole fare qualcosa periodo di povertà, o carenza mestruale. In molti paesi, le persone con le mestruazioni non possono permettersi i prodotti necessari. Da un olandese indagine si è scoperto tre anni fa che quasi una donna olandese su dieci intervistata a volte non aveva abbastanza soldi per questo.

Nel 2018, la Scozia è diventata il primo paese a distribuire assorbenti e tamponi gratuiti a scuole e università. La Nuova Zelanda ha seguito l’esempio scozzese e offre gratuitamente i prodotti alle scuole.

Shona Robison, ministro della Giustizia scozzese, definisce gli sviluppi nel suo paese “di fondamentale importanza”. Dice che nessuno dovrebbe finire in una situazione in cui non possono comprare assorbenti o tamponi. “Con questo, stiamo rimuovendo una barriera. Questo è più importante che mai, perché le persone devono fare scelte finanziarie difficili poiché tutto diventa sempre più costoso”.

READ  Simone Moro soccorso a Kathmandu, una valanga devasta il campo base di Manaslu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.