Intel lancia il Core i9-13900KS con boost clock da 6 GHz a 700 dollari – Informatica – Notizie

Usa un i9 13900K in combinazione con Corsair iCUE H170i Elite LCD 420MM con 6 ventole Noctua NF-A14 140MM 3000RPM in configurazione push-pull. Questi possono ancora mantenere la CPU a un massimo di 99°C con 10 minuti di stress FPU con Aida64, che è in qualche modo paragonabile a Prime95 in termini di carico e temperatura.

Vale a dire con una temperatura ambiente di circa 21°C dove la scheda video non è nemmeno calda (GTX1080Ti a 320W).
Nelle ore di punta, il processore consuma circa 310 W con un undervolt di -0,04 V (tensione Global Core SVID), perché non raggiunge i 100 °C, la frequenza di clock rimane semplicemente a 5,5 Ghz/4,3 Ghz.

Ora funziona completamente stabile a -0,06 sottotensione, un amico l’ha addirittura impostato a -0,07v senza problemi, poi il consumo scende a ~280-290W e penso che le temperature massime siano di circa 95°C mentre in condizioni molto più normali scenari realistici non lo vedo superare i primi 80°C in giochi come GTA V, World of Warcraft e Halo Infinite, ovviamente i wattaggi sono di circa 90-110 W e 100-170 W.

vale a dire con le ventole a 3000 giri/min (beh, ottengono 2750 ~ sul rad) e ~ 2450 giri/min per la pompa (profilo bilanciato), ora il profilo della ventola è stato regolato a circa 1750-2250 giri/min in quanto comunque non fa molta differenza a velocità più elevate ma molto più silenziose.

Penso di essere stato in grado di raggiungere picchi di 360-370 W tramite Prime95, ma all’epoca non c’era sottotensione, ma poi raggiungi rapidamente i 100 °C e inizia a rallentare. La sottotensione offre un minor consumo di energia, meno calore, offre al dispositivo di raffreddamento più spazio per evitare strozzature e prestazioni più nitide.

READ  WinFuture: Samsung Galaxy Buds2 Pro ricevono Bluetooth 5.3 e costano 229 euro - Immagine e suono - News

Anche con la sottotensione di -0,06 V, è riuscito a ottenere il punteggio più alto in Cinebench R23, superiore a quello senza sottotensione. (corsa singola da 40839 a 40856 punti da 300-318W a ~290W).

Ora diresti, perché un tale processore? Sono stato su un i7 3930K (che è del 2011) dal 2013, ma con Windows 10 le cose sono diventate un po’ lente con l’uso quotidiano, ma deve aver utilizzato molta della sua capacità massima su alcuni giochi e persino Halo Infinite è stato costantemente al 100% con frame rate di 30-60 o anche inferiori, ora è più che raddoppiato (~100-130+) nonostante il caricamento del 1080Ti al 99% anche con impostazioni basse (1440P/ 120FOV).

L’i7 3930K ha un TDP di 130 W e anche a 4,4 Ghz quando overcloccato sotto Windows 10 era ancora molto lontano dal raggiungere le prestazioni di Windows 7 con 3,8 Ghz, ma poteva raggiungere questo consumo dove era richiesto un carico quasi completo. (fino a 180 W sotto stress test FPU).

L’i9 13900K è così efficiente che non è nemmeno inferiore in termini di consumo energetico rispetto al vecchio processore, infatti ha così tanta potenza che puoi fare molto più spesso con molto meno consumo energetico perché in idle scende anche a 25W, i tuoi giochi avrebbero limiti di frame paragonabili a quelli che raggiungerebbe il 3930K (se il limite di 165Hz viene raggiunto con meno potenza della CPU) allora il consumo finale sarà semplicemente inferiore rispetto al vecchio sistema, quindi non è così in bianco e nero e dipende completamente dall’utente circostanze.

E spesso senti che è molto meglio aggiornare la tua scheda video per i giochi, senza una buona base come processore, puoi sempre inserire una scheda video così potente, ma prima incontrerai il problema che la scheda video non può essere frame rate completamente utilizzato e pessimo a causa di picchi di ritardo dovuto alla capacità limitata della CPU.

READ  Android 13 include per la prima volta un layout personalizzato per desktop e laptop

L’aggiornamento di un i7 3930K a 13900K è, nonostante il 1080Ti, un’enorme differenza sia nel frame rate massimo ottenibile che nel frame rate che è molto più coerente/fluido, e dove i programmi impiegavano un po’ di tempo per caricarsi, ora quasi tutto è quasi istantaneo, con un SSD 840 Pro standard, l’avvio e l’esecuzione di una macchina virtuale è appena triplicato nel tempo di avvio, ecc.

E dove il vecchio sistema utilizzava circa 600-650 W nelle ore di punta, è più probabile che raggiunga 650-700 W se dovessi caricare pesantemente entrambi i componenti, ma durante il gioco è più probabile che sia 400-550 W sul nuovo sistema, mentre il quello vecchio ha sicuramente continuato a tirare 550 W nei giochi più pesanti. Meno male che sarà di più in futuro con una GPU più pesante, solo i giochi che ora consumano piena potenza non ne hanno più bisogno su quella nuova, possono anche finire più in basso.

E pensare che invece di 7 ventole (CPU inclusa) ora ce ne sono 14 in totale nel sistema.

[Reactie gewijzigd door CriticalHit_NL op 12 januari 2023 21:07]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *