Inter, BC Partners fa sul serio. Il fondo potrebbe anche essere interessato alla quota di maggioranza

Arrivano le conferme sul concreto interesse di BC Partners sull’offerta di azioni dell’Inter, come rivelato ieri Sole 24 Ore. Un interesse che non sarebbe solo per la minoranza. Ecco cosa è stato scoperto da Calcio e finanza. Per il momento sarebbe ancora in una fase preliminare e nulla potrebbe essere escluso: né un vicolo cieco né un investimento per una quota di minoranza (per il momento il capitale del club nerazzurro è detenuto al 70% circa da Suning e per il 30 restante% del fondo di Hong Kong, Lion rock), ma nemmeno una quota di maggioranza se la società cinese di cui fa parte l’Inter decide di cedere il controllo – dice -. BC Partners, infatti, che ha un chiaro vantaggio rispetto ad altri potenziali investitori, è pronta a considerare qualsiasi soluzione. E quindi tutto dipende dalle decisioni in merito Suning“.

“Il colosso di investimento di capitale è molto interessato ad entrare nel mondo del calcio, come evidenziato tra l’altro dal recente coinvolgimento nei diritti televisivi di Bundesliga e sarebbe pronto a discutere varie opzioni per un possibile investimento nel capitale dell’Inter – spiega CF -. In dettaglio, non è solo la società calcistica in quanto tale a suscitare interesse ma anche le aziende ad esso collegate: ovvero la possibilità di sfruttare il nuovo stadio di San Siro (se lo fai), il possibile sviluppo di merchandising nei paesi fuori dall’Italia e reddito diritti televisivi che dovrebbe arrivare dopo la creazione della media company Lega Serie A (di cui è partner un altro importante player mondiale del private equity come CVC) ”.

READ  tutti i trasferimenti da Milik

VIDEO – LUKAKU A GOAL MACHINE: L’ALLENAMENTO AL TIRO È PERFETTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *