Covid, Francia, proroga le chiusure fino alla fine di gennaio. Gran Bretagna e Germania più di mille morti in 24 ore. Numero di vittime negli Stati Uniti

Nonostante un numero inferiore di contagi rispetto ad altri paesi europei, l’allerta resta alta coronavirus in Francia dove il governo ha deciso di estendere le restrizioni attualmente in vigore per le imprese commerciali. Lo ha annunciato durante la conferenza stampa del pomeriggio il Primo Ministro, Jean Castex, spiegando che rimarranno chiusi e non riapriranno dal 20 gennaio, come invece aveva ipotizzato il presidente Emmanuel Macron, bar, ristoranti, cinema, musei e palestre. Anche gli impianti di risalita non riapriranno. Per bar e ristoranti, chiusi da ottobre, “la prospettiva di riapertura è stata rinviata almeno a metà febbraio”, ha aggiunto. E il confina con la Gran Bretagna a causa del rischio associato alla variante inglese, dopo che oggi sono stati individuati due cluster, uno in Ile-de-France e l’altro in Bretagna: “I confini con la Gran Bretagna resteranno chiusi fino a nuovo ordine “, ha detto Castex. Mentre il Ministro della Salute, Olivier Véran, ha spiegato che “chiunque arrivi dalla Gran Bretagna e dal Sud Africa dovrà presentare la prova di un test molecolare negativo effettuato meno di 72 ore prima della partenza all’arrivo in Francia”.

La situazione è ancora preoccupante Germania, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 1090 vittime, dato molto vicino a quello dello scorso 30 dicembre, quando si registrava il record assoluto di morti nel Paese dall’inizio della pandemia: 1.129. Anche il Robert Koch Institute ha segnalato 26.391 nuovi contagi. Il 5 gennaio è stato deciso di estendere il lockdown duro fino alla fine del mese. Il nuovo aumento del numero di infezioni da Covid, dopo il calo osservato durante le festività natalizie, potrebbe dipendere dal rallentamento dell’attività di laboratorio, ribadiscono gli esperti, che ritengono ancora difficile valutare i dati. “Naturalmente, abbiamo ancora i mesi peggiori della pandemia davanti a noi – penso che si possa indovinare”, ha detto. Angela Merkel, ricordando che in questa situazione “una parte di speranza” viene dalla disponibilità di vaccini.

READ  Coronavirus, l'esperienza della Slovacchia: campioni rapidi per l'intera popolazione

Picco di morti anche in Gran Bretagna, a fronte di un lieve calo dei casi giornalieri (52.618 contro oltre 62.000 di ieri) 1162 vittime nelle ultime 24 ore. A Londra Cresce l’allarme per la pressione sugli ospedali causata dall’aumento dei contagi dalla nuova variante del virus. Lo hanno denunciato i media, utilizzando oggi i dati di un modello illustrato ieri dai funzionari sanitari della capitale britannica in base al quale la realtà ospedaliera della metropoli rischia di confrontarsi con un disavanzo Compreso tra quasi 2.000 e oltre 5.400 posti letto in meno di due settimane. I dati si riferiscono a tutti i reparti, ha affermato il dott. Vino Diwakar, uno dei principali ufficiali sanitari della città (NHS). Una carenza che costringerebbe il caso a cercare spazio per pazienti in ospedali di altre città inglesi per il momento meno colpite da contagi e che, secondo Diwakar, non sarebbe del tutto compensata nemmeno dalla riapertura dell’ospedale da campo (Nightingale Hospital) allestito durante la pandemia primaverile nel più grande centro espositivo di Londra. Intanto il premier Boris Johnson ha annunciato che la quota di 1,5 milioni di vaccinati.

I limiti di viaggio e il coprifuoco già in vigore nelle regioni di Portogallo quelli più colpiti dal coronavirus verranno prolungati fino al fine settimana ed estesi a quasi tutto il Paese. Lo ha annunciato il primo ministro Antonio Costa avvertendo che probabilmente saranno adottati dalla prossima settimana “Misure ancora più rigorose”. Il Portogallo si è registrato oggi 10.000 nuovi casi di Covid-19, un numero record per il paese.

READ  In Francia, gli sportelli automatici stanno scomparendo. Il modo transalpino del cashless

Mentre il Giappone è alle prese con la terza ondata dell’epidemia di coronavirus, il stati Uniti e in Europa preoccupante è il costante aumento delle vittime del virus. “Nel 2020, in Europa sono stati registrati più di 26 milioni di casi di Covid-19 più di 580mila morti. Un dato che segna un triplice aumento dei decessi rispetto al 2018 e quasi cinque volte più morti nel 2019“Avevano Hans kluge, Direttore Regionale per l’Europa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) alla prima conferenza stampa nel 2021. “Eravamo preparati per un inizio difficile nel 2021 ed è stato così. Da allora siamo stati sotto l’influenza del Covid-19 i casi stanno aumentando in tutta Europa e stiamo affrontando le nuove sfide poste dalle mutazioni nel virus “, ha aggiunto Kluge.

Stati Uniti – Non si sono mai verificati così tanti decessi per complicanze del coronavirus negli Stati Uniti in 24 ore. La Johns Hopkins University lo conferma, segnalando 3.865 morti nell’ultimo giorno. Questa è la sua prima volta negli Stati Uniti è stata superata la soglia di 3.800 decessi per Covid-19 e la quinta volta che il numero dei morti ha superato i 3.500 nel Paese più colpito dalla pandemia nel mondo. Tutto questo nelle ultime tre settimane. Pertanto, il numero totale di persone che sono morte dopo aver contratto il coronavirus negli Stati Uniti è pari a 361.278. Per quanto riguarda le infezioni, la Johns Hopkins University riporta un totale di 21.305.026, 145.000 solo il 6 gennaio.

Giappone – Il governo giapponese ha deciso di introdurne uno nuovo stato di emergenza di un mese per la capitale Tokyo e tre prefetture adiacenti: la decisione segue l’allarmante aumento dei contagi da coronavirus nelle ultime settimane. Lo ha reso noto il primo ministro Yoshihide Suga in una conferenza stampa, alla luce dei continui aggiornamenti quotidiani dei registri, che hanno portato la metropoli a quasi 70.000 contagi; poco meno di un terzo del totale nazionale.

READ  Papa: `` Il diritto alla proprietà privata non è intoccabile '' - Politica

Russia I casi di Coronavirus in Russia sono aumentati di 23.541 nelle ultime 24 ore per un totale di 3.332.142 contagi. Lo ha detto il centro di crisi del coronavirus. Il tasso di crescita medio degli ultimi tre giorni non ha superato lo 0,7%, rileva la Tass. I morti sono stati invece 506 per un totale di 60.457 vittime.

Brasile – Il Brasile ha registrato 1.266 morti per Covid-19 nelle ultime 24 ore, la cifra più alta registrata in un solo giorno dal 18 agosto. Lo rivelano le autorità sanitarie locali. Le vittime dall’inizio della pandemia sono salite a 199.043, 62.532 i nuovi contagi, portando il totale a 7.874.539.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *