Inter-Juve, Vidal non vuole mancare e promette: “Rilascio e poi seguo dieci gol” | Nuovo

L’eventuale 3-1 contro la Roma mal cliccato è un po ‘l’emblema della stagione Arturo vidal. Chiamato aInter di Antonio Conte per dare esperienza e determinazione al centrocampista nerazzurro, finora deluso allo stesso tempo per errori difensivi (si vedano, ad esempio, le sanzioni inflitte a Crotone e Moenchengladbach) e per offensive: zero gol in 19 presenze finora anormale per uno come il cileno, che ha una media in carriera di un gol ogni sei partite.

In tal senso Inter-Juventus domenica sera può davvero diventare per lui la svolta. Innanzitutto, in onore del calendario, domani c’è la partita di Coppa Italia contro la Fiorentina ma il centrocampista non dovrebbe nemmeno far parte della rosa a causa del calcio alla coscia subito all’Olimpico. Una mossa che non dovrebbe impedirgli di saltare il confronto con la sua ex squadra, uno come lui stringi i denti per non perdere un appuntamento di questa portata.

Quattro stagioni, 171 presenze e 48 gol, sette trofei vinti: questa è la colonna sonora di Vidal in bianconero dal 2011 al 2015 quando è nato il feeling con Conte, che da anni aspettava di tornare ad allenarlo e, tra bastone e carota, è probabilmente tra i più delusi della prestazione del suo allievo negli ultimi mesi. Una bella prestazione, magari completata da un gol, potrebbe far rivivere il 33enne per un finale di stagione da abbinare.

Ci crede anche Vidal, basta guardare la risposta su Instagram a un tifoso che si è congratulato con lui per la prestazione contro la Roma, ricordandogli di aver mancato un gol clamoroso: “Segnalo uno e poi ne metto dieci“.

READ  “Voglio vincere molto. Ai tifosi della Samp dico una cosa"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *