Milan, mentalità vincente: la missione è avanzare anche in Coppa Italia (lo vuole Elliott)

Un altro round, un’altra sfida, lo stesso avversario. Il Milan torna a San Siro tre giorni dopo la vittoria in campionato con il Torino e si ritrova ad affrontare i granata dell’ex Marco Giampaolo. Romagnoli e compagni proveranno a ripetersi, perché la Coppa Italia non è un torneo da snobbare. Almeno non per questo Diavolo, che ha ormai acquisito una grande mentalità di squadra.

OBIETTIVO DI QUALIFICAZIONE – Nessun calcolo quindi e fatturato minimo. Anche perché, viste le assenze, c’è poca scelta, soprattutto dal centrocampo. Ma non è questo il punto. Come detto, il Milan, questo Milan, ha dimostrato di poter giocare solo per vincere, qualunque sia la competizione, lo stadio, l’avversario. Come riporta il Corriere della Sera, per la Coppa Italia, obiettivo non secondario, vale la discussione sull’Europa League: ci sarà spazio per chi ha giocato di meno, ma la missione è quella di andare avanti il ​​più possibile.

VINCENTE E CONVINCENTE – L’indicazione – scrive CorSera – arriva dall’alto, o meglio dal dominio di Elliott, la proprietà. Nessuna distrazione quindi: la società vuole fare bella figura e vuole saltare il turno. La squadra risponderà, come ha sempre fatto finora. Nonostante la prolungata assenza del totem di Ibrahimovic (che stasera dovrebbe giocare parte della partita), i giovani rossoneri non hanno mai cambiato il modo di giocare, affrontando ogni partita con in mente l’unica vittoria.

var banner = []; var now = Math.round(new Date().getTime() / 1000); var bannerok = new Object(); for (var zona in banner) { bannerok[zona] = new Array(); for (i=0; i < banner[zona].length; i++) { var ok = 1; if (banner[zona][i]['scadenza']>0 && banner[zona][i]['scadenza']<=now) ok = 0; if (banner[zona][i]['partenza']!=0 && banner[zona][i]['partenza']>now) ok = 0; if (typeof azione !== 'undefined' && azione !== null) { if (banner[zona][i]['pagine'] == '!index' && azione == 'index') ok = 0; else if (banner[zona][i]['pagine'] == 'index' && azione != 'index') ok = 0; }

if (ok == 1) bannerok[zona].push(banner[zona][i]); }

bannerok[zona].sort(function() {return 0.5 - Math.random()}); } banner = bannerok; var banner_url="https://net-storage.tccstatic.com"; var banner_path="/storage/milannews.it/banner/" function asyncLoad() { if (azione == 'read' && TCCCookieConsent) { var scripts = [ "https://connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1", ]; (function(array) { for (var i = 0, len = array.length; i < len; i++) { var elem = document.createElement('script'); elem.type="text/javascript"; elem.async = true; elem.src = array[i]; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(elem, s); } })(scripts); } setTCCCookieConsent(); } if (window.addEventListener) window.addEventListener("load", asyncLoad, false); else if (window.attachEvent) window.attachEvent("onload", asyncLoad); else window.onload = asyncLoad; function resizeStickyContainers() { var stickyFill = document.getElementsByClassName('sticky-fill'); for (i = 0; i < stickyFill.length; ++i) stickyFill[i].style.height = null; for (i = 0; i < stickyFill.length; ++i) { var height = stickyFill[i].parentElement.offsetHeight-stickyFill[i].offsetTop; height = Math.max(height, stickyFill[i].offsetHeight); stickyFill[i].style.height = height+'px'; } } document.addEventListener('DOMContentLoaded', resizeStickyContainers, false); // layout_headjs function utf8_decode(e){for(var n="",r=0;r

READ  Dybala scatena i social: "Cosa ha fatto in Juve-Fiorentina?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *