Inzaghi, conferenza Lazio-Zenit: “Domani Strakosha non ci sarà”

Un primo match point che, se toccato, potrebbe aprire le porte agli ottavi di finale di Champions per la Lazio. Lo Zenit San Pietroburgo arriverà domani sera all’Olimpico e, se vincessero, i biancocelesti metterebbero a serio rischio il girone. I tre punti sono quindi fondamentali, anche per non sprecare il piccolo capitale accumulato nell’andata del girone di Champions League, con 5 punti guadagnati e un interessante secondo posto in classifica. “Sì, la partita di domani sera è molto importante per noi – ammette Simone Inzaghi -. Il nostro obiettivo è passare, siamo partiti molto bene, ora dobbiamo dare continuità a questi risultati. Siamo di fronte a una squadra solida, noi dovrà stare molto attento ”. Contro la formazione russa, il tecnico sembra pronto a confermare la squadra che ha vinto al Crotone, con l’unica variante di Luiz Felipe che torna in difesa al posto di Patric. Il brasiliano è risultato negativo al tampone prelevato ieri, questa mattina ha fatto i controlli sanitari e questo pomeriggio tornerà nel gruppo. “Per noi è un recupero molto importante – conferma Inzaghi – così come quello di Strakosha. È il portiere titolare, ma siccome è assente da tanto domani giocherà Reina, che sta andando molto bene. Poi si vedrà”.

Luis Alberto e peruzzi

Confermato tra i titolari anche Luis Alberto. Di chi è tornata la vicenda, tanto che a Crotone ha indossato anche la fascia di capitano in finale. Ma, indirettamente, questa vicenda creò una nuova vicenda, tra l’allenatore del club Peruzzi e il presidente Lotito, che avevano divergenze nella gestione della vicenda spagnola. Peruzzi saltò la gita a Crotone e si prese qualche giorno di riposo. “In tutte le famiglie ci possono essere incomprensioni – dice Inzaghi a proposito di Peruzzi -, spero che si possano ricomporre presto. Quanto a Luis Alberto, devo dire che in campo ha sempre dato tutto. È stato lo stesso a Crotone e lo sarà anche. con Zenit “.

READ  "Perché ci siamo lasciati" - Libero Quotidiano

zampe di correa

Nell’ultima partita di campionato uno dei grandi protagonisti è stato Correa, marcatore che ha chiuso i conti contro il Crotone. L’argentino cerca ora conferme in Champions: “Spero di continuare a fare bene. Penso partita dopo partita e ora la mia attenzione è concentrata sullo Zenit”. La sua stagione è iniziata bene non solo con la Lazio ma anche con la nazionale argentina. “È stato bello tornare, è un grande onore poter giocare con un campione di Messi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *