Italia-Svizzera, minaccia bomba vicino allo stadio Olimpico

ROMA – Minaccia di bombe nelle vicinanze stadio Olimpico a Roma prima Partita di Euro2020 tra Italia e Svizzera di Mancini per la seconda giornata della fase a gironi. L’autobomba era nel quartiere Prati, a pochi chilometri dallo stadio. C’erano molti tifosi che passavano per raggiungere lo stadio e diverse strade sono state bloccate per consentire le operazioni. Gli inquirenti stanno seguendo una pista su una faccenda privata. Intorno alle 17:40 la Prefettura di Polizia è stata informata della presenza, in via Tito Spiri, di un’auto con figli sospetti. Le strade adiacenti sono state chiuse al traffico e sul posto sono intervenuti gli artificieri che, secondo fonti della polizia, hanno accertato che si trattava in realtà di un ordigno rudimentale.

Le indagini in corso e il tweet di Rays

Non ci sono state esplosioni e le indagini sono in corso. LL’auto su cui è stata trovata la bomba appartiene a Marco Andrea Doria, presidente del Tavolo per la riqualificazione dei parchi e delle ville storiche di Roma. Sulla smart era stato piazzato l’ordigno contenente polvere da sparo e dardi che, secondo gli artificieri intervenuti sul posto, potrebbe essere esploso. “E’ stata trovata una bomba nell’auto di Marco Doria, presidente del Tavolo per la riqualificazione di parchi e ville storiche di Roma. Un fatto molto grave, esprimo tutta la mia solidarietà”, ha scritto il sindaco di Roma su Twitter. virginie raggi.

Euro2020, il programma completo

READ  i risultati del 29 luglio a Tokyo 2020- Corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *