Juve, esame da non fallire a Kiev: Pirlo gioca senza Dybala | Prima pagina

Il cartello “ Lavori in corso ” è ancora saldamente appeso alle porte della Continassa, ma per il Juventus i margini si stanno assottigliando: ilL’esordio in Champions League è un esame da non perdere. Il Dynamo Kiev non è certo l’avversario più temibile del girone per i bianconeri, che hanno in vista il Barcellona, ​​ma la prestazione nelle prime partite della stagione impone un cambio di marcia per la squadra. Andrea Pirlo: l’unica vittoria in campo resta quella dell’esordio in campionato contro la Sampdoria, accompagnato dal 3-0 al tavolo sul Napoli che è però oggetto di dibattito. Troppo piccolo.

REAZIONE – La carica ha suonato Giorgio Chiellini alla vigilia del match in Ucraina: “Adesso l’importante è vincere, non puoi sapere quanto tempo ci vorrà per trovare la giusta composizione della squadra”. Perché la crescita è buona, ma quando il mantra aziendale è “Vincere non è importante, è tutto ciò che conta”, il risultato ha il suo peso specifico importante. Anche per i “nemici”: “Ho la sensazione, da queste prime settimane, che il mondo intorno a noi sia ansioso di giudicare alcune sconfitte“, ha recentemente accusato il presidente Andrea Agnelli. E infatti è già arrivata una prima metà, perché il pareggio del Crotone è un passo falso da non sottovalutare. Senza questo Cristiano Ronaldo, condizionati dall’espulsione di Chiesa e con il VAR che ha rifiutato a Morata la doppietta, i bianconeri non sono riusciti a sfondare e per molti tifosi gli alibi non bastano a giustificare gli 8 punti (in attesa di giudizio ) nella classifica. Ecco perché Kiev ha bisogno di un segnale forte per partire bene in Europa anche senza il King of Champions CR7.

READ  corsari tedeschi. Crolla Super Della Valle Treviso: 69-94

SENZA DYBALAE ancora senza Paulo Dybala, almeno 1 ‘. L’argentino è arrabbiato per il mancato utilizzo in gara di Ezio Scida, durante la conferenza stampa Pirlo ha confermato e spiegato che il mancato ingresso è stato dettato da inferiorità numerica, ma ha anche confermato implicitamente che il Gioiello con ogni probabilità non sarà tra i titolari contro la Dinamo: “Non gioca perché non è mai stato bene e non si è allenato continuamente. È stato recentemente restituito e non è in perfette condizioniDybala lascerà quindi la panchina e avrà spazio per ogni gara, con la Juve che affiderà l’attacco a Morata e il nuovo arrivato Kulusevski, con Ramsey (se dà garanzie, è pronto anche Bernardeschi) dietro di loro. Per il resto, qualche sorpresa: Bentancur e Rabiot fra, Quadrato o quadrata sinistra e destra Chiesa dimentica il rosso di Crotone. Szczesny tornare tra i post con Bonucci, Chiellini e uno tra Danilo e Demiral per completare la linea. Senza Ronaldo e con Dybala ancora escluso dai padroni di casa: Pirlo si prepara alla prima revisione della Champions League.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *