La cena con un positivo che ha contagiato 150 persone

Festa pazzesca in un ristorante di Oslo per alcuni dipendenti di un’azienda, ma con un’ultima sorpresa: tra gli invitati c’era anche la variante Omicron che in un colpo solo ha contagiato più di 150 persone. Nel tardo pomeriggio del 26 novembre, circa 117 persone tra i 30 ei 50 anni sono arrivate su autobus privati ​​in un club di Oslo per una cena di Natale aziendale. Mangiarono, ballarono e brindarono fino alle dieci e mezza di sera, poi tornarono a casa soddisfatti della splendida serata trascorsa in compagnia. Nessun timore per il Covid visto che erano stati 107 vaccinati con due dosi e che, sebbene in Norvegia le regole non lo richiedessero, tutti i partecipanti avevano effettuato un autotest, ovvero un tampone veloce per verificare il Covid infezione.

Peccato però che nessuno abbia preso la terza dose del vaccino e che alla festa aziendale fosse presente anche qualcuno che era tornato due giorni fa dal Sudafrica, dove si stava diffondendo rapidamente la variante Omicron. Secondo l’uomo il suo tampone era negativo (nessun controllo effettivo, serviva solo un’autocertificazione) e così si è recato alla festa, contagiando involontariamente 81 degli invitati alla cena aziendale, ovvero tre persone su quattro.(74 %).

Contagiati anche alcuni clienti che si sono recati al ristorante dopo la festa, tra le 10:30 e le 3 del mattino. Si parla di almeno altre 70 persone per un totale che supera i 150 contagi, a conferma dell’alto livello di contagiosità della variante Omicron.

L’uomo tornato dal Sudafrica ha cominciato a sentirsi male due giorni dopo la festa e gli altri ospiti tre giorni dopo. Fortunatamente, nessuno ha sviluppato una forma grave della malattia, solo mal di testa, raffreddore e febbre. Ci sono anche alcuni asintomatici, mentre alcuni non hanno ancora ricevuto i risultati del tampone. Il budget potrebbe quindi aumentare ulteriormente, poiché i ristoranti in Norvegia non sono tenuti a registrare i nomi dei presenti per il follow-up.

READ  La CIA, Biden, Arabia Saudita. Adesso Renzi è in guai seri - Tempo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *