La chiamata del pit stop di Sainz sembrava assurda, dice la Ferrari a causa del ritardo TV |  ADESSO

La chiamata del pit stop di Sainz sembrava assurda, dice la Ferrari a causa del ritardo TV | ADESSO

La Ferrari nega di essere andata storta domenica con il momento in cui Carlos Sainz ha chiesto nuove gomme. Secondo il team, questa impressione è stata creata perché i messaggi dell’autoradio raggiungono gli spettatori solo in seguito.

Con sorpresa di molti, Sainz ha ricevuto il messaggio “scatola, scatola” dalla direzione del team durante il Gran Premio di Francia domenica mentre era impegnato in una feroce battaglia con il pilota della Red Bull Sergio Perez. ” Non adesso ! reagisce Sainz irritato.

“Il modo in cui i produttori televisivi inviano i dati agli spettatori è in ritardo”, ha detto martedì Iñaki Rueda, chief strategy officer della Ferrari. “In questo caso Pérez e Carlos stavano litigando al giro 41. Abbiamo visto che Carlos non poteva sorpassarlo sul rettilineo”.

Ecco perché si è deciso di chiamare Sainz alla curva dieci, spiega Rueda. “Ma per le persone che guardavano la TV in diretta, quella chiamata non è arrivata fino alla curva 15, dopo che aveva già superato l’ingresso della corsia dei box, quindi non poteva nemmeno entrare, quindi quella chiamata sarebbe stata assurda in quel momento”.

“E’ stato difficile finire la gara con le medie”

Sainz era partito dall’ultima linea del Circuito Paul Ricard perché aveva ricevuto un motore nuovo di zecca. Lo spagnolo ha quindi iniziato un vantaggio impressionante ed è stato brevemente in lizza per un posto sul podio, fino a quando non è stato chiamato per un ulteriore pit stop.

“Dopo la safety car, eravamo l’unica vettura con gomme medie, mentre la concorrenza correva con gomme dure”, ha proseguito Rueda. “Sapevamo che sarebbe stato difficile finire la gara con queste gomme. Avremmo perso una decina di giri”.

READ  GP Monza, Max Verstappen: “Troppo concentrato per essere emozionato. E non cambio per Hamilton'

Inoltre, Sainz ha dovuto pagare una penalità di cinque secondi per una “uscita pericolosa” durante il suo primo pitstop. “Non avrebbe mai potuto staccare di cinque secondi da Perez e George Russell. Ecco perché abbiamo deciso di portarlo dentro in modo che potesse prendere un punto in più per il giro più veloce”.

Sainz ha preso quel punto in più e alla fine è arrivato quinto. Il suo compagno di squadra Charles Leclerc si è ritirato nella gara vinta da Max Verstappen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *