La CIA, Biden, Arabia Saudita. Adesso Renzi è in guai seri – Tempo

Il senatore fiorentino aveva promesso di chiarire i rapporti con Bin Salman dopo la crisi. Eppure tace. Ma ora è arrivato il terremoto

Matteo Renzi in difficoltà. La sua visita in Arabia Saudita, nel bel mezzo di una crisi di governo, per partecipare a una conferenza altamente retribuita e inchinarsi al regime dell’emiro aveva già acceso discussioni all’epoca. Ma ora che la CIA ha deciso di declassificare il rapporto sulla responsabilità di Mohammed Bin Salman per l’assassinio del giornalista Jamal Khashoggi, la situazione per il leader di Italia viva si è complicata.

L’aspetto paradossale è che a spingere la pubblicazione di questo rapporto è stato il nuovo presidente degli Stati Uniti Joe Biden, che Renzi considera suo grande amico. Ma la decisione di Biden ha finito per isolare l’ex premier. Perché avere la conferma che Renzi sia andato a chiacchierare e rendere omaggio all’istigatore di un assassino è almeno imbarazzante. All’epoca, il leader di Italia Viva si difese sostenendo che la crisi del governo doveva essere chiusa per prima. Poi, ha detto, spiegherebbe il motivo della missione araba. Peccato che la crisi sia finita da tempo, ma Renzi, dalla “rinascita” degli emiri, non sembra più assolutamente disposto a parlare.

Renzi e il principe saudita, scoppia una polemica, soprattutto sui social

Video su questo argomento

TMNews

E a metterlo nel mirino adesso, sono soprattutto i colleghi della sua stessa maggioranza. Mentre Bin Salman, a cui Matteo Renzi si è rivolto parlando del Nuovo Rinascimento, esprimendo la sua invidia per il basso costo del lavoro in Arabia Saudita, è una figura molto oscura, come dimostra anche l’ultimo rapporto del governo Usa sull’omicidio del giornalista Khashoggi ”accusa il segretario nazionale della sinistra italiana Nicola Fratoianni in un video postato sui social. “Mohammed Bin Salman è il ministro della Difesa di questo Paese, e Renzi – prosegue la sinistra – è un senatore della commissione Difesa del nostro Paese. Aveva promesso di rispondere sul suo rapporto con questo regime. Beh, penso che sia il momento giusto. Ha promesso di farlo dopo la fine della crisi di governo. La crisi di governo è finita da tempo, noi continuiamo e continueremo a chiedere a Renzi una semplice cosa: chiarite – conclude Fratoianni – qual è il vostro rapporto con Bin Salman. Non dovrebbe ‘ essere difficile, è soprattutto solo per trasparenza e per dovere di onestà nei confronti dei cittadini italiani ”.

READ  L'ultima sfida di Trump: inversione di tendenza all'Epifania e guerra per il Senato

“Renzi spiega il tuo rapporto con Mohammed Bin Salman. Diteci anche, dopo il rapporto americano, se siete ancora convinti che in Arabia Saudita sia in atto una nuova rinascita. Renzi ha il dovere di chiarire: non è un semplice cittadino ma un senatore della Repubblica ”scrive su twitter Michele Bordo, vicepresidente del gruppo Pd alla Camera.

Tempi durissimi per l’ex bambino prodigio della politica italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *