La Cina approva il vaccino Sinovac per uso pubblico

Il gigante farmaceutico di Pechino Sinovac Lo ha comunicato Biotech nelle ultime ore approvazione del suo vaccino Covid dal regolatore cinese.

Il farmaco è stato formalmente approvato per uso pubblico sul territorio cinese, e segna una nuova tappa su scala globale nella lotta alla pandemia.

Questa è la seconda approvazione di Pechino, dopo che lo scorso dicembre è stato dato il via libera alla preparazione sviluppata da un istituto affiliato a un gruppo pubblico. Sinopharm.

Covid: la Cina approva il vaccino Sinovac per uso pubblico

Sia per quanto riguarda l’approvazione del vaccino Sinopharm più di un mese fa, sia per quella del Sinovac arrivato poche ore fa, si tratta di farmaci già nell’ambito del programma di vaccinazione cinese, prendendo di mira solo i gruppi ritenuti ad alto rischio di esposizione al virus.

Al tempo Indonesia, Turchia, Brasile, Cile, Colombia, Uruguay e Laos hanno concesso le autorizzazioni per l’uso d’urgenza del vaccino, denominato CoronaVac.

Il semaforo verde è arrivato alla fine di due mesi di sperimentazioni cliniche stage avanzato all’estero, che, tuttavia, non hanno ancora fornito risultati ritenuti definitivi.

Secondo le più recenti osservazioni, potrebbe avere un’efficienza di circa il 91,25%; Operatore sanitario turco Serhat unal, molto vicino all’esecutivo cinese e alla sanità, non ha mostrato dubbi nelle sue recenti dichiarazioni: “Il vaccino è sicuro”.

Ma diversi ricercatori mettono in dubbio una percentuale così alta, parlando di test preliminari che si sono fermati al 78%, e di un’efficacia media di poco superiore al 50%.

Va certamente detto che la fase sperimentale ha incontrato molti problemi e difficoltà, visto che a novembre la sperimentazione in Brasile è stata sospesa a seguito di un incidente grave la cui natura non è mai stata chiarita con precisione.

READ  Coronavirus nel mondo: contagi, aggiornamenti e tutte le novità della situazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *